Quantcast

Cavalli (Lega): “Asl di Piacenza e Parma in salute, no all’accorpamento”

A dirlo è il consigliere regionale della Lega Nord Stefano Cavalli, commentando gli ultimi sviluppi del riordino istituzionale e del taglio delle spese.

Più informazioni su

Comunicato stampa del consigliere regionale della Lega Nord Stefano Cavalli sulla spending rewiew.

PIACENZA – “L’Ausl di Piacenza e quelle di Parma hanno i conti a posto, non c’è ragione di prevederne accorpamenti e razionalizzazioni. Il Governo rivolga le sue attenzioni al Sud, vi troverà una situazione da terzo mondo. In Calabria gli ultimi bilanci della sanità sono stati ricostruiti acquisendo testimonianze orali. Il sindaco Paolo Dosi venga pure a Bologna, ma non si dimentichi di dire al suo segretario uscente Pierluigi Bersani che l’unica soluzione è staccare la spina a questo Governo”.

A dirlo è il consigliere regionale della Lega Nord Stefano Cavalli, commentando gli ultimi sviluppi del riordino istituzionale e del taglio delle spese.

“Quello degli accorpamenti sta diventando un gioco al massacro – dice Cavalli –. La revisione della spesa è stata interpretata in modo ‘malato’, non come occasione per eliminare gli sprechi, ma come smantellamento di servizi, strutture, presidi. Il risultato è preoccupante: si sta tagliando ‘carne viva’ e non il superfluo. Il guaio è che questo Esecutivo trova una silente sponda in una Regione che invece di alzare la voce aggrava i problemi. Il paventato accorpamento delle centrali operative del 118 insegna. Errani non si è ribellato nemmeno di fronte alle imposizioni dell’Imu sulle case distrutte dal sisma e alla pretesa dei versamenti Irpef da parte di chi ha avuto il reddito seriamente compromesso dalle scosse. Questa arrendevolezza politica preoccupa almeno quanto la furia sacrificale dell’Esecutivo Monti”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.