Quantcast

Challenge Cup, Copra Elior liquida Istanbul in tre set (3-0) FOTO foto

Piacenza torna in Europa vincendo. Dopo due anni di assenza il PalaBanca arriva una vittoria convincente contro la formazione turca dell’Istanbul. 

Più informazioni su

Copra Elior – Istanbul BBSK 3-0 (25-19; 25-16; 25-22)
Piacenza torna in Europa vincendo. Dopo due anni di assenza il PalaBanca arriva una vittoria convincente contro la formazione turca dell’Istanbul.

LEGGI LA CRONACA SU SPORTPIACENZA.IT

COPRA ELIOR PIACENZA – ISTANBUL BBSK 3-0 (25-19, 25-16, 25-22) – COPRA ELIOR PIACENZA: Marra (L), Papi 7, Fei 16, Simon 15, Zlatanov 12, Holt 1, Tencati 5, De Cecco 1. Non entrati Corvetta, Ogurcak, Maruotti, Vettori. All. Monti. ISTANBUL BBSK: Keskin 2, Yenipazar, Ertugrul, Hayirli 6, Özdemir (L), Antanovich 11, Trommel 6, Mert (L), Billings 14, Cihan 4. Non entrati Uslu, Kirici. All. Ozbey. ARBITRI: Arrarte – Ioannidis. NOTE – durata set: 22′, 22′, 26′; tot: 0′. Copra Elior PIACENZA: Battute errate 11, Ace 1. ISTANBUL BBSK: Battute errate 8, Ace 1.

Dopo due anni di astinenza dalle Coppe europee, la Copra Elior Piacenza mette a segno il primo successo tra le mura amiche del PalaBanca. In poco più di un’ora piega gli avversari turchi con un netto 3-0, mettendo in scena una prova convincente dopo la brutta prestazione in Campionato contro Cuneo di domenica scorsa. Piacenza convince il pubblico biancorosso anche grazie a un irrefrenabile Simon che su 15 punti mette a segno 6 muri vincenti. Ottima anche la presenza in campo di Fei (16 punti di cui 5 muri), Zlatanov (12 punti) e Papi (7 punti) che, grazie a una buona regia di De Cecco, sono determinanti nel corso della partita per creare i break decisivi. Decisivi anche i muri di Piacenza che nel corso della partita mettono in grande difficoltà gli avversari: 17 a fine partita contro i 5 turchi. Piacenza è superiore alla formazione turca per tutta la durata dei primi due set; i biancorossi vacillano soltanto nel terzo set quando Istanbul diventa più incisiva a muro ma non abbastanza per portare i piacentini al quarto set.

L’avvio è lento e equilibrato, Piacenza ingrana la marcia sul 4-2 con l’ace di Fei. Molti gli errori iniziali in battuta per i biancorossi che comunque si aggiudicano il primo time out sull’8-6. Antanovich raggiunge i piacentini al rientro in campo sull’8-8, poi Simon mette in campo la svolta: con lui a muro non si passa e i suoi 6 muri permettono a Piacenza di creare un break decisivo per tenere a debita distanza i turchi che, al secondo time out tecnico, si trovano distanti dai piacentini di ben 5 lunghezze (16-11). Antanovich in battuta (23-19) cerca la rimonta ma Piacenza rimane superiore in tutti i fondamentali: spetta al muro di De Cecco chiudere il parziale sul 25-19.

La partenza del secondo set per Piacenza è però incerta: troppo fallosa in ricezione e battuta permette a Istanbul di rimanere in vantaggio fino al 3-4. Tencati, Fei e Zlatanov si battono per riprendere il ritmo del primo set, ritmo che viene ripristinato solo sul finale di parziale quando Piacenza inizia a battere e murare forte: si passa velocemente dal 12-9 al 21-14. Istanbul si annulla soprattutto in attacco anche a causa di un muro biancorosso serrato (6 a fine set): Istanbul cerca la svolta cambiando Hayirli con Ertugrul ma ormai il parziale è sul finale ed è Simon a mettere i puntini sulle i con due muri consecutivi (24-16 e 25-16).
Terzo e ultimo set più avvincente e agguerrito: dopo un vantaggio di Piacenza (muro di Simon sul 4-2) Istambul con Özdemir si conquista la parità sul 6-6. Istanbul cresce in tutti i fondamentali e riesce a tenere alle strette Piacenza per gran parte del set fino a aggiudicarsi il secondo time out tecnico sul 15-16. Simon e Holt al rientro in campo bloccano a muro i turchi (20-17) ma Istanbul non lascia la presa e con Antanovich recupera i biancorossi poco dopo sul 20-20. Zlatanov manda out in battuta ma anche tra le fila turche si sbaglia molto. Con un out in battuta di Trommel, la strada per Piacenza è spianata: Papi mette a terra il 24-22 ma è il muro di Fei che chiude definitivamente la partita sul 25-22.

Luca Monti (allenatore Copra Elior Piacenza): “Dopo la brutta partita di Cuneo tutta la squadra aveva voglia di dimostrare come è veramente e quanto vale. Ogni singolo giocatore, per orgoglio, voleva e desiderava questa vittoria. C’è comunque bisogno di tempo per carburare appieno e per raggiungere la nostra vera identità. Quello che contava era vincere anche se questa partita ha poco valore: la settimana prossima dovremo andare a Istanbul e mettere a segno una nuova vittoria, cercando di evitare il golden set”.

Challenge Cup – Andata 2nd Round
Giovedì 15 novembre 2012
Copra Elior Piacenza (ITA) – Istanbul BBSK (TUR) 3-0 (25-19, 25-16, 25-22)

Ritorno 2nd Round
Giovedì 22 novembre 2012, ore 16.00 (italiane)
Istanbul BBSK (TUR) – Copra Elior Piacenza (ITA)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.