Quantcast

Cna Piacenza inaugura i contratti di rete, coinvolte 4 aziende 

Sinergie, ricerca e innovazione tecnologica sono concetti che da sempre figurano tra i segni distintivi di CNA Piacenza. Concetti che sono alla base anche del recente Contratto di Rete, il primo realizzato sotto l’egida di CNA, stipulato fra tre aziende piacentine ed una della provincia di Bologna: Groppalli Srl, Rolleri SpA, AD Stampi Srl e la felsinea Gigant Italia Srl.

Più informazioni su

CNA inaugura i Contratti di Rete, formula con cui quattro aziende si aggiudicano il bando regionale “Dai distretti produttivi ai distretti tecnologici 2”. 

Sinergie, ricerca e innovazione tecnologica sono concetti che da sempre figurano tra i segni distintivi di CNA Piacenza. Concetti che sono alla base anche del recente Contratto di Rete, il primo realizzato sotto l’egida di CNA, stipulato fra tre aziende piacentine ed una della provincia di Bologna: Groppalli Srl, Rolleri SpA, AD Stampi Srl e la felsinea Gigant Italia Srl.
 

Un’innovativa forma di aggregazione che ha permesso a queste quattro importanti realtà di aggiudicarsi il bando “Dai distretti produttivi ai distretti tecnologici 2”, promosso dalla Regione Emilia Romagna per favorire l’organizzazione di reti d’imprese finalizzate allo sviluppo di attività di ricerca cooperativa, sostenere la competitività dei comparti produttivi e
l’economia del territorio. Come soggetto attuatore del bando a livello provinciale la Regione ha individuato il MUSP diretto dal professor Monno, intervenuto per indirizzare le risorse regionali stanziate per promuovere le attività del distretto della “Meccanica industriale e robotica”; risorse che permetteranno al raggruppamento di imprese realizzato sotto l’egida di CNA di sviluppare un progetto di ricerca annuale finalizzato all’individuazione di soluzioni tecnologiche innovative per l’area “presse e stampi”.
 
Grazie all’inserimento di quattro giovani ricercatori laureati negli organici delle aziende che si sono aggiudicate il bando, prenderanno vita progetti che potranno permettere riduzione dei costi di produzione e dei consumi energetici, recupero di competitività a livello internazionale, miglioramento della qualità dei beni strumentali prodotti. Il Contratto di Rete che ha permesso a queste aziende di aggiudicarsi il bando è stato seguito da Mara Mainardi di CNA Piacenza e da Carlo Pignatari di CNA Innovazione; in veste di tutor scientifico, invece, agirà l’ingegner Matteo Strano del Politecnico di Milano. A rappresentare le aziende erano presenti all’atto di costituzione del contratto di rete Luciano Groppalli (Groppalli Srl), Marco Rolleri (Rolleri SpA), Pietro Demarosi (AD Stampi Srl) e Alessandro Montalto (Gigant Italia Srl). “Un risultato positivo – commenta il presidente di CNA Piacenza, Dario Costantini – frutto di una lungimirante pianificazione delle azioni di Cna, di cui siamo fieri. E’ molto significativa un’azione che rapporti la grande e la piccola Impresa per un reciproco accrescimento, soprattutto in un momento come questo in cui i rapporti sono generalmente tesi per i tempi sempre più incerti nei pagamenti. Mi complimento anche con il laboratorio MUSP ed in particolare con il prof. Monno per questa azione di avvicinamento. Auspicando che anche la Giunta della Camera di Commercio, in cui è rappresentata sia l’industria che l’artigianato, si impegni maggiormente a favorire azioni di questo tipo”.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.