Quantcast

Domenica stop alle auto Unione commercianti: “Come parcheggiare?”

Dalle 8.30 alle 18.30, blocco della circolazione nel cuore di Piacenza. A stabilirlo un’ordinanza del sindaco Paolo Dosi a seguito delle ultime rilevazioni di Arpa

Più informazioni su

Domenica 2 dicembre, dalle 8.30 alle 18.30, blocco della circolazione nel cuore di Piacenza. A stabilirlo un’ordinanza del sindaco Paolo Dosi a seguito delle ultime rilevazioni di Arpa: nel bollettino emesso il giorno martedì 27 novembre 2012 è stato comunicato che nei 7 giorni precedenti, vale a dire dal 20 al 26 novembre 2012, si è avuto lo sforamento continuativo del valore limite giornaliero di 50 µg/m3 di PM10 rilevato dalle stazioni della rete regionale di monitoraggio nel territorio della Provincia di Piacenza”.

Il comunicato stampa del Comune. 

“Dato atto – si legge – che i recenti studi dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (O.M.S.) hanno stimato il rilevante impatto delle polveri sospese sulla salute dei cittadini in termini di percentuale di decessi, ricoveri per disturbi respiratori e cardiovascolari ed attacchi di asma nei bambini e considerato che i dati a tutt’oggi rilevati dalle stazioni della rete di monitoraggio della qualità dell’aria, situate nel Comune di Piacenza, confermano la criticità determinata dalle concentrazioni di polveri sospese, è istituito, nel centro abitato della città di Piacenza il divieto di circolazione dinamica (è consentita la sosta) domenica 2 dicembre 2012 dalle 8.30 alle 18.30; e l’obbligo di spegnimento del motore dei veicoli in sosta”. In allegato l’ordinanza con le mappe delle zone interessate dal divieto

L’Unione commercianti: “I parcheggi sarebbero irraggiungibili”. 

Il direttore dell’Unione Commercianti Giovanni Struzzola, interviene al riguardo del blocco delle auto, previsto per domenica prossima 2 dicembre e comunica che ha inviato una lettera all’Assessore all’Ambiente Luigi Rabuffi con alcune riflessioni ed una richiesta. “Lo sforamento per molti giorni dei limiti delle polveri sottili – scrive nella lettera il Direttore dei commercianti innesca il provvedimento del blocco della circolazione domenica 2 dicembre p.v..  La nostra posizione ci vede sempre molto scettici su questo tipo di provvedimento, che soprattutto per Piacenza non incide in modo significativo, dal momento che la città è attraversata da un viadotto autostradale che quotidianamente riversa sulle nostre teste una moltitudine di polveri sottili, per noi primaria causa degli sforamenti prolungati”.

 
Resta sempre attuale per l’Unione commercianti il discorso del lavaggio delle strade e del controllo di fonti che producono polveri sottili, come i riscaldamenti delle abitazioni private e degli uffici pubblici nonchè le immissioni dei fumi industriali.
 
Detto ciò e, non potendo fare altro che prendere atto del blocco domenicale, segnaliamo però un problema che, a nostro avviso, potrebbe essere risolto: nelle domeniche del blocco spesso i nostri commercianti del centro storico si sforzano di organizzare qualche evento o qualche manifestazione atta a richiamare consumatori in città.  Molti di questi frequentatori provengono dal basso lodigiano e dal pavese, ma con il blocco totale sono materialmente impossibilitati a raggiungere il  centro in quanto due importanti parcheggi e, precisamente quello della Cavallerizza e quello di Viale Malta, sono irraggiungibili perché interessati dal blocco stradale.
 
Si chiede pertanto – conclude il Direttore dei commercianti la possibilità di realizzare dei percorsi obbligati per utilizzare questi importanti contenitori, per poi da lì a piedi raggiungere il cuore di Piacenza.





SCARICA L’ORDINANZA PER VEDERE LE ZONE ED I VEICOLI ESCLUSI DALLA LIMITAZIONE.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.