Quantcast

Fli: “Verso una lista civica nazionale per le riforme”

Sabato 17 novembre, in concomitanza con l’assemblea nazionale “Verso la Terza Repubblica”, si è tenuta a Bologna, presso la Sala del Baraccano, la convention “Mille per l’Emilia Romagna”: liste civiche, esponenti del mondo accademico, sportivo e imprenditoriale, volontari in associazioni culturali e di volontariato, provenienti da tutta la regione per rilanciare la proposta di una Lista Civica Nazionale in vista delle prossime elezioni.

Più informazioni su

Piacenza – Sabato 17 novembre, in concomitanza con l’assemblea nazionale “Verso la Terza Repubblica”, si è tenuta a Bologna, presso la Sala del Baraccano, la convention “Mille per l’Emilia Romagna”: liste civiche, esponenti del mondo accademico, sportivo e imprenditoriale, volontari in associazioni culturali e di volontariato, provenienti da tutta la regione per rilanciare la proposta di una Lista Civica Nazionale in vista delle prossime elezioni.
 
Alla convention hanno partecipato più di 250 persone attente a capire come può avvenire l’osmosi tra buona politica, da una parte, e la c.d. società civile dall’altra. Dai tanti importanti momenti di dialogo e approfondimenti è emerso l’auspicio che l’esperienza “Monti” non venga archiviata, ma anzi arricchita da ulteriori iniziative soprattutto per far ripartire l’economia: dalle elezioni  deve nascere un governo politico, perché i tecnici sono sempre una pagina straordinaria, eccezionale, ma non possono essere l’ordinaria gestione di una democrazia.
 
Per Piacenza sono intervenuti Pierangelo Vignati, già medaglia d’oro alle Paraolimpiadi di Sidney 2000 e il diciottenne Enrico Zazzera, neo eletto rappresentante del Liceo Gioia presso la consulta scolastica provinciale.
 
ItaliaFutura, Fli e Udc “formulano molte proposte che sono sostanzialmente le medesime”. Lo ha detto il presidente della Camera, Gianfranco Fini, in merito alla convention organizzata oggi da Montezemolo e gli altri firmatari del manifesto “Verso la terza Repubblica”. Oltre alle convergenze su alcune priorità per l’Italia, secondo Fini “si aggiunge anche il fatto che c’è convergenza nel ritenere che il futuro governo debba essere politico, ma con un presidente del Consiglio che si chiama Mario Monti”.
 
Per questo motivo, secondo il presidente della Camera, “è evidente che ci sono già dei presupposti per un dialogo” con ItaliaFutura. “Sono convinto – ha aggiunto – che l’Italia abbia bisogno di pochi punti programmatici, non di un libro dei sogni ma di riforme concrete da farsi nella prossima legislatura. Certamente qualche proposta sarà avanzata oggi nella manifestazione” promossa da Montezemolo, così come “altre proposte sono state avanzate da Fli e Udc, quindi da due forze che stanno lavorando per creare la lista per l’Italia”.
“La delegazione piacentina che per l’occasione si è radunata a Bologna è stata entusiasta dell’incontro” ha dichiarato il coordinatore provinciale Fabio Callegari. “Ci piace rivendicare il primato del coordinamento Fli di Piacenza che, in occasione delle scorse elezioni amministrative, ha saputo coniugare al meglio esperienza partitiche e civiche, riuscendo in tal modo a far eleggere il giovane consigliere Marco Colosimo (22 anni) a Palazzo Mercanti”.
 
Nelle prossime settimane Piacenza ospiterà la convention locale dei “Mille per l’Italia”, oltre alla presentazione del recentissimo libro di Enzo Raisi “Bomba o non bomba – Alla ricerca ossessiva della verità”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.