Quantcast

L’ambientamento all’asilo nido, momento delicato e fondamentale LA TESTIMONIANZA

Riceviamo e pubblichiamo l'intervento di una lettrice relativa all'ambientamento all'asilo nido.

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di una lettrice relativa all’ambientamento all’asilo nido. 

“L’ambientamento al nido è un momento molto delicato, nel quale entrano in gioco diverse componenti emotive che giocano un ruolo fondamentale nel processo di inserimento del bambino in una nuova realtà. E’ un momento che interessa la triade genitore-bambino-educatore. Quest’ultimo accoglie la famiglia e con professionalità e attenzione fa in modo che possa instaurarsi un rapporto di fiducia e scambio reciproco, in un passaggio da un rapporto a due, quello fra il bambino e la sua mamma, ad un rapporto più complesso, nel quale entra in gioco l’istituzione nido e soprattutto la figura professionale e umana dell’educatore, che si prenderà ora cura del bambino e saprà creare le condizioni perchè tutto possa avvenire naturalmente e con serenità.
Certo, all’inizio, tanti possono essere i timori e le ansie di un genitore all’idea di dover affidare il proprio piccolo ad altre persone, ma le paure presto lasceranno spazio alla certezza che la scelta educativa del nido costituisce una risorsa preziosa per i bambini e per i genitori.
E’ il caso di Lorenza, mamma di uno dei tanti piccoli che frequentano i nidi comunali a gestione diretta, la quale testimonia così la sua esperienza:
“Buongiorno a tutti, mi presento: sono Lorenza, la mamma di Lorenzo!
Sono per lasciare una traccia,
se riesco in rima, se no, che figuraccia!?!
Scrivo un pensiero a chi vuole leggerlo diretto
su ciò che ora vivo col mio Lori diletto!
quando il 3 settembre la convocazione al nido è arrivata
lo confesso, qualche lacrima mi è scappata…
“il mio pulcino diventa grande” ho pensato,
e l’ho subito subito abbracciato!
Ed eccoci quà, non in un semplice fabbricato,
ma in un magico mondo incantato:
per il mio bimbo, un mare di giocattoli, pappa a volontà, e se vuoi dormire, il letto è di là!
E poi le maestre, coccole e baci posano su ogni morbida guancina!
Che altro una mamma potrebbe desiderare
per il suo cucciolo che ogni giorno deve “abbandonare”?
Ma….biricchino d’un bambino, stamattina ti ho spiato:
tra pianti e lacrime ti avevo lasciato
ma poco dopo grasse risate
alle mie orecchie (dietro la porta) sono arrivate!
Allora stai tranquillo cuore di mamma,
prepara un bacio grande, che io arrivo,
subito dopo le bolle di sapone e la nanna! “

Lorenza, mamma di un bimbo di 10 mesi frequentante un nido d’infanzia comunale di Piacenza

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.