Quantcast

Nel week end sbarca a Piacenza il Mercato dei Vini Indipedenti

Un evento unico nel suo genere, dove si possono degustare oltre 1.000 vini e portarli a casa acquistandoli direttamente dal produttore. I vignaioli in arrivo da tutta Italia e dalle più interessanti regioni vitivinicole francesi sono presenti personalmente per far conoscere i propri “nettari”

La Fivi (Federazione Italiana dei Vignaioli Indipendenti) sabato 1 e domenica 2 dicembre 2012 apre la seconda edizione del Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti negli spazi del quartiere fieristico di Piacenza. Un evento unico nel suo genere, dove si possono degustare oltre 1.000 vini e portarli a casa acquistandoli direttamente dal produttore. I vignaioli in arrivo da tutta Italia e dalle più interessanti regioni vitivinicole francesi sono presenti personalmente per far conoscere i propri “nettari”, raccontare il territorio e consolidare la cultura del vino di qualità, del vino artigianale che affonda le proprie radici nelle tradizioni italiane ed europee. Un vignaiolo indipendente è un “artigiano del vino” che gestisce in prima persona tutta la filiera che porta il vino dal territorio al mercato. Il programma 2012 del Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti prevede tanti interessanti appuntamenti da godersi insieme alle degustazioni e agli incontri ai tavoli dei vignaioli.

Sabato 1 dicembre 2012 alle ore 10 la FIVI incontra vignaioli e appassionati in una tavola rotonda dal titolo “Il vignaiolo artefice del suo futuro” (con ingresso libero), alle 13 inizio delle degustazioni agli stand dei Vignaioli Indipendenti che proseguiranno tutto il giorno, fino alle 20. Alle 17 un’interessantissima degustazione guidata dedicata all’ “Amarone della Valpolicella tra tradizione e innovazione”

Domenica 2 dicembre 2012 le degustazioni cominceranno alle 10 e proseguiranno non-stop fino alle 18. Durante la giornata si terranno diverse degustazioni guidate: alle 12 “Gli spumanti di Franciacorta: pas dosé, brut e cremant”, alle 14 si scende in Campania con “Aglianico, tre declinazioni di un vitigno” e, alle 16, si potranno scoprire i “Vini passiti da diversi territori italiani”. Sabato dalle 13 alle 20 e domenica dalle 10 alle 18 sarà inoltre possibile visitare la mostra fotografica “Vignaioli all’opera” di Mauro Fermariello e la mostra d’arte “Tutti i colori del vino” con i “vinarelli” di Maurizia Gentili.

“Abbiamo notato – racconta Costantino Charrère, vignaiolo valdostano e presidente della Federazione Italiana dei Vignaioli Indipendenti – che i consumatori attenti vogliono capire, sapere, approfondire, guardare in faccia i produttori, e se necessario sono disposti a spendere alcuni euro in più per acquistare una bottiglia di vino della quale riconoscono il valore culturale. E’ la testimonianza del fatto che il bicchiere di vino deve tornare ad essere un elemento della nostra catena alimentare, frutto del lavoro di vignaioli che gestiscono il territorio mantenendo vive le periferie agricole e alimentando un circolo virtuoso di posti di lavoro”.

E se il vino dei vignaioli deve tornare ad essere compagno delle nostre tavole, anche gli alimenti devono essere artigianali. Al Mercato dei Vini un piccolo gruppo di “artigiani del cibo” accompagnano le degustazioni con i loro prodotti dal sapore autentico: formaggi, salumi, specialità da forno e dolcezze tradizionali da diverse regioni italiane.

Per tutti gli appassionati, per gli amanti del vino, per chi si sta avvicinando ai vini artigianali, per chi si sta ponendo domande su cosa mangiamo e cosa beviamo questo è davvero un appuntamento da non perdere. Il Mercato dei Vini è aperto al pubblico sabato 1 dicembre dalle 13 alle 20 e domenica 2 dicembre dalle 10 alle 18, i calici da degustazione vengono forniti all’ingresso insieme al catalogo dell’evento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.