Quantcast

Reggi: “Solo Renzi ha il fisico per il cambiamento”

Al Renzi point di Largo Battisti, l’ex sindaco di Piacenza Roberto Reggi ha indetto una conferenza stampa per rilanciare l’appello al voto per Matteo Renzi al ballottaggio delle primarie di centrosinistra di domenica prossima 2 dicembre

Più informazioni su

Al Renzi point di Largo Battisti, l’ex sindaco di Piacenza Roberto Reggi ha indetto una conferenza stampa per rilanciare l’appello al voto per Matteo Renzi al ballottaggio delle primarie di centrosinistra di domenica prossima 2 dicembre. “Mi premeva ricordare ai piacentini quanto Renzi sia concreto nella sua proposta politica, il cuore del suo progetto riguarda i servizi alle famiglie e riguarda l’attenzione alle donne che sono impegnate nei lavori di cura”.

“Parlando di servizi, lavoro, investimenti – ha sottolineato Reggi – Renzi parla da sindaco, e questa è la migliore garanzia questa per l’innovazione. C’è bisogno di un cambio di passo e lui ha il fisico per farlo. Matteo ha dimostrato di poterlo fare e questa e’ la caratteristica fondamentale che lo differenzia da Pierluigi, e questo e’ emerso durante il dibattito di ieri. L’invito e’ di andare a votare domenica ed e’ possibile registrarsi ancora domani. Decideremo chi sarà il nostro premier, con Matteo c’è questa possibilità, con Pierluigi meno. Noi fino ad adesso abbiamo giocato per lo spettacolo, adesso lottiamo per vincere. Per vincere anche male, perché e’ meglio di perdere bene”.

Sull’ipotesi di una scissione in caso di sconfitta, Reggi è netto: “Hanno sempre detto che chi perde, perde. Noi abbiamo detto che in questo caso ci metteremo a servizio del vincitore. Pierluigi questo non lo ha detto. Noi non vogliamo creare un altro partito, perché il Pd lo abbiamo fondato. L’ho fondato io, come D’Alema, abbiamo la stessa dignità”.

Isolati a Piacenza dal partito? “Noi abbiamo coinvolto i cittadini – afferma l’ex sindaco – ma un problema del partito oggi a Piacenza c’è più che in altre città. Qui ci sono persone che non godono di una posizione di rilievo nel partito, ma che raccolgono grande consenso tra i cittadini, e dovrebbero essere i cittadini a decidere le sorti del partito”.

“Il primo turno, in termini di punteggi calcistici – dice Reggi – e’ finito 3 a 2, un distacco assolutamente colmabile. Vendola sta con Bersani? I voti non sono cumulabili, e poi occorre ricordare che proprio Vendola fu tra quelli che fecero saltare il primo governo Prodi. Sul fronte delle politiche del lavoro, Matteo e’ più avanti di Bersani e della Cgil, perché si concentra su chi il lavoro non ce l’ha: le donne e i giovani”.

Renzi candidato del centrodestra? “Ma e’ evidente che si sta cercando di capire chi vincerà le nostre primarie. E se vince Bersani, si candiderà Berlusconi. Da soli perdiamo? Matteo e’ accreditato al 40, 45 per cento, con il premio di maggioranza ce la possiamo fare. Giusto poi fare le primarie anche per i candidati in Parlamento”. 

E poi una battuta sulle differenze tra i due candidati: “Questi hanno il passo della mula vecchia, Renzi ha dimostrato di avere la capacita di rivolgersi anche agli indecisi e a chi non e’ schierato a sinistra, perché può fare da solo quel ruolo che per Bersani dovrebbe svolgere Casini, come se Casini dovesse essere un grande stratega politico”.

Semplificazione per il voto di domenica 

Oggi e domani è possibile registrarsi anche on-line per votare al ballottaggio di domenica
 
Semplificate le norme che consentiranno anche a chi non si era registrato e recato a votare al primo turno di esprimersi al ballottaggio delle Primarie del centrosinistra.
Oggi e domani, infatti, sarà possibile registrarsi non solo recandosi direttamente all’ufficio elettorale provinciale situato nella sede provinciale del Pd di viale Risorgimento (dalle 9 alle 12,30 e dalle 17 alle 19), ma anche compilando il form disponibile on-line all’indirizzo www.domenicavoto.it o inviando un fax (0523 / 32.29.78). Per essere ammessi alla votazione è necessario indicare le motivazioni (di lavoro, di famiglia, ecc.) che non avevano consentito di registrarsi precedentemente.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.