Quantcast

Teatro dialettale, la Filodrammatica San Bernardino riprende l’attività

la compagnia dialettale Bettolese, guidata e fondata da Massimo Calamari dal 1991, torna in scena il 5 gennaio con una nuova commedia, scritta e diretta dallo stesso Calamari, dal titolo "Tegna dur che me resist!"

Più informazioni su

La Filodrammatica San Bernardino di Bettola, come l’Araba Fenice, risorge dalle proprie ceneri. È notizia di questi giorni, infatti, che la compagnia dialettale Bettolese, guidata e fondata da Massimo Calamari dal 1991, torna in scena con una nuova commedia, scritta e diretta dallo stesso Calamari, dal titolo “Tegna dur che me resist!”

Non più tardi del giugno scorso Calamari, attraverso il quotidiano Libertà, aveva lanciato un appello per cercare nuovi “attori” da aggregare a quelli rimasti, al
fine di sostituire chi aveva dovuto lasciare per motivi personali. Appello caduto nel vuoto, a cui era seguito l’annuncio dello scioglimento della compagnia.

“Pochi giorni dopo l’articolo apparso sul giornale” spiega Calamari “ho incontrato tante persone in paese, che si dispiacevano della conclusione della nostra attività, ma
sopratutto ho ricevuto una mail da Eugenio Boiardi, regista ed autore de “I Dialettali” compagnia teatrale importante di Piacenza, in cui si rammaricava di aver letto la lettera prima e l’articolo poi ne sanciva la fine della compagnia”. “Nella sua mail, mi ha riportato anche le sue difficoltà passate, analoghe alle nostre, e nello scambio di lettere intercorse tra noi, mi ha invitato a non abbattermi. È se oggi siamo qui a parlare ancora di noi, è soprattutto merito suo, per questo gli dico grazie”.

È un sabato pomeriggio di Luglio, alla guida della propria macchina, ci racconta Calamari, che arriva l’idea per una nuova commedia, facendo di necessità virtù.
“Nessuno aveva riposto al mio appello” continua “ed allora ho scritto su misura di chi è ancora parte di questo gruppo, senza avvisare nessuno, per non forzare le loro volontà. Poi a commedia ultimata, il primo incontro, verso metà Agosto e la loro disponibilità al nuovo progetto, in barba a tutti”.

La data fissata per la prossima rappresentazione è il 5 Gennaio, nel salone teatro di San Bernardino. “Non possiamo non dire un grosso grazie a Don Angelo Sesenna, che ci ha messo a disposizione la canonica di San Bernardino per le prove, e sopratutto per la volontà di ripristinare al meglio il salone i San Bernardino”.
Ma la soddisfazione più grossa, Calamari la tiene per ultima. “Saremo noi a chiudere la rassegna teatrale al Teatro President di Piacenza, intitolata a Mosconi, portando in scena l’11 Maggio 2013 la nostra commedia. Sarà la mia, la nostra prima volta in una rassegna dopo 22 anni di attività. Per questo consentitemi di ringraziare Eugenio Boiardi e sopratutto il rasdur della Famiglia Piacentina, il signor Anelli, che ha voluto fortemente che partecipassimo a questa edizione, e speriamo di non deludere nessuno.”

Con Massimo Calamari a calcare la scena saranno, Claudio Bertoni, Cinzia Pessina, Valter Favret, Rosy Petrali, Stefano Chiappa, Annalisa Rigno e Yvonne Fogliazza,
all’esordio assoluto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.