Quantcast

Tenta il suicidio. Salvata da polizia e carabinieri

"C’è una persona che sta per morire". Queste le parole pronunciate nel tardo pomeriggio di ieri da una donna che aveva contattato il 113 chiedendo aiuto. Pochi secondi, prima di riattaccare. Una telefonata dal tono fortemente preoccupato che ha messo in allarme le forze dell’ordine

Più informazioni su

“C’è una persona che sta per morire”. Queste le parole pronunciate nel tardo pomeriggio di ieri da una donna che aveva contattato il 113 chiedendo aiuto. Pochi secondi, prima di riattaccare. Una telefonata dal tono fortemente preoccupato che ha messo in allarme le forze dell’ordine. Poco dopo la stessa persona ha ricontattato la polizia, dicendo di abitare in una frazione della Valtrebbia e annunciando l’intenzione di togliersi la vita prima di riattaccare bruscamente senza riuscire a fornire l’indirizzo di residenza.

Venivano subito attivate tutte le procedure, a partire dal numero con cui era stata effettuata la chiamata, nel tentativo di rintracciarla; sul posto venivano inviati i carabinieri della compagnia di Bobbio che dopo alcune ricerche riuscivano a trovare la donna, di 43 anni, già in stato di incoscienza all’interno della propria abitazione sembra a causa di una overdose di farmaci. Subito soccorsa, è stata trasportata all’ospedale di Castelsangiovanni dove si trova ricoverata.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.