Quantcast

Ubriaco alla guida finisce in un canale. Aveva un tasso di 3.30

Finisce fuori strada con l’auto e viene trovato con un tasso alcolico di quasi sette volte oltre il limite consentito. Un valore ben poco lusinghiero quello fatto segnare da un 67enne piacentino, rimasto coinvolto nel tardo pomeriggio di ieri in un incidente stradale a Castelsangiovanni fortunatamente senza gravi conseguenze

Finisce fuori strada con l’auto e viene trovato con un tasso alcolico di quasi sette volte oltre il limite consentito. Un valore ben poco lusinghiero quello fatto segnare da un 67enne piacentino, rimasto coinvolto nel tardo pomeriggio di ieri in un incidente stradale a Castelsangiovanni fortunatamente senza gravi conseguenze: all’improvviso in via Pievetta ha perso il controllo della vettura che conduceva finendo in un canale ai lati della strada. Per estrarlo sono dovuti intervenire anche i vigili del fuoco insieme ai sanitari del 118 che lo hanno condotto in ospedale. Dagli esami ai quali è stato sottoposto è emerso come l’uomo fosse alla guida completamente ubriaco: 3.30 il tasso alcolico fatto registrare, quasi sette volte oltre il limite. Denunciato per guida in stato di ebbrezza, per lui è scattato anche il ritiro della patente con il sequestro del veicolo ai fini della confisca. 

Senza auto e patente sono rimaste anche altre due persone, fermate dai carabinieri della compagnia di Piacenza nel corso dei servizi di controllo del territorio che nelle ultime ore hanno visto in campo tra città e provincia dieci pattuglie con una ventina di militari impiegati. Si tratta di un marocchino di 44 anni e di un piacentino di 63enne: il primo, alla guida di un’auto con assicurazione scaduta, non si è fermato al controllo cercando di allontanarsi ma ha urtato un marciapiede interrompendo la sua fuga; il secondo conduceva invece la vettura del fratello nonostante fosse privo di patente perchè revocata.

Nei guai è finito anche un rumeno di 26 anni, controllato a Castelsangiovanni mentre viaggiava su un furgone insieme ad una connazionale. Entrambi pregiudicati, sul mezzo sono stati trovati un grimaldello e tre cacciaviti: il giovane è stato denunciato per porto abusivo di oggetti atti all’offesa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.