Quantcast

Artigiano in fiera a Milano. Trespidi: “Piacenza avanguardia emiliana” foto

Sono una trentina le aziende piacentine in trasferta a Milano, alla Mostra mercato Internazionale “Artigiano in fiera”. La manifestazione dedicata alla promozione e alla vendita dei prodotti artigianali ed agroalimentari di tutto il mondo, giunta alla 17esima edizione, sarà in scena a FieraMilano fino al 9 dicembre

Più informazioni su

Sono una trentina le aziende piacentine in trasferta a Milano, alla Mostra mercato Internazionale “Artigiano in fiera”. La manifestazione dedicata alla promozione e alla vendita dei prodotti artigianali ed agroalimentari di tutto il mondo, giunta alla 17esima edizione, sarà in scena a FieraMilano fino al 9 dicembre. Tutti i giorni sono previsti laboratori gastronomici con presentazione di piatti tipici.

Venerdì 7 ha fatto visita agli stand una delegazione piacentina composta dal presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi, gli assessori provinciali all’agricoltura e alle politiche del lavoro Maurizio Parma e Andrea Paparo, l’assessore comunale alla cultura Tiziana Albasi ed il presidente della Camera di Commercio Giuseppe Parenti.

“I funzionari della regione Emilia Romagna  – ha detto Trespidi – considerano questa esperienza estremamente positiva, quindi, intendiamo incrementare la presenza nei prossimi anni. Siamo lieti di aver fatto, come provincia di Piacenza, da battistrada e da avanguardia: è una conferma del ruolo strategico di Piacenza come cerniera tra le due regioni più importanti d’Italia ovvero l’Emilia Romagna e la Lombardia”. E sugli operatori piacentini: “Siamo aumentati come presenza rispetto allo scorso anno. Si conferma il ruolo di coordinamento e propulsivo dell’amministrazione provinciale per portare Piacenza in quei mercati ed in quelle esposizioni dove le nostre eccellenze possono essere messe a conoscenza e promuovere l’intero territorio della nostra provincia”.

Gli stand piacentini sono 12 e riuniscono, come dicevamo al principio, complessivamente una trentina di operatori locali riuniti nell’area dedicata alla provincia di Piacenza (Padiglione 5). Si tratta di salumificio La Rocca Srl, La Buca società agricola, Sergio Fumi Valigeria Srl, Fratelli Braghieri s.s, azienda agricola Duchessa, albergo Cacciatori, azienda vitivinicola Ca’ Rossa, azienda vitivinicola Villa Rosalba, Ferbam di Milza, Maggi & Sala Snc, Consorzio Piacenza Alimentare Winefood service, azienda agricola Ganaghello di Losi, Cascina Bosco Gerolo, Antico Mulino di Ottone, Le cantine di corte di Alessandro Biso, L’angolo dolce e salato di Lucia Lucchini, Il buongustaio di Franco Boeri, Ermitage di Gianpietro Pison, C&G di Tiziana Cicognini Snc, Themalibero, Pasticceria Mera, Dolce pensiero, Torrefazione artigianale, Dancer, Archeotravo, azienda agricola Bononi, azienda agricola Giulio Cardinali, azienda agricola Cordani, azienda agricola Pizzavacca di Pisaroni e Erresse Interior di Raffaele Sannino. Gli Iat territoriali (Piacenza, Castellarquato, Bobbio, Grazzano Visconti, Bogonovo) si occuperanno per tutta la durata della manifestazione della promozione turistica.

“Siamo qui per terzo anno consecutivo – ha detto lo standista Terzoni Massimo del salumificio La Rocca di Castellarquato – e siamo molto soddisfatti: i tre DOP piacentini (coppa, pancetta e salame) sono tra i migliori d’Europa. Estremamente apprezzato è stato il nostro “mandolino”, ricavato dalla coscia del prosciutto, dal gusto estremamente dolce”. Ancora: “Siamo contenti anche perché in fiera è venuta molta gente. Ed è ritornato pubblico dello scorso anno per acquistare”

“Speriamo che con la festività di Sant’Ambrogio – ha detto Luca Acquaviva della società agricola La Buca – il pubblico aumenti. Essendo il terzo anno ci possiamo ritenere soddisfatti: la manifestazione, ogni edizione, cresce sempre di più”.  Ad inaugurare, nei giorni scorsi, lo stand istituzionale piacentino, guidato dall’Amministrazione provinciale con la compartecipazione di Comune di Piacenza, Camera di commercio e Regione Emilia Romagna, è stato l’assessore provinciale a Turismo e Cultura della Provincia di Piacenza Maurizio Parma. Insieme a lui, hanno fatto visita allo stand “Piacenza Provincia da Favola”, Andrea Babbi, direttore dell’Agenzia nazionale del Turismo (Enit), e Gabriele Alberti, direttore generale di Gestione Fiere.

Antonio Intiglietta presidente di Gefi, ente organizzatore artigiano in fiera, ha elogiato la Provincia di Piacenza per la capacita’ di comunicazione: “Il lavoro su web – ha detto – è stato estremamente curato. Tutto questo, naturalmente, è unito all’alta qualità dei prodotti presentati dagli artigiani”. Intiglietta ha anche elogiato l’attento ruolo di coordinamento della Provincia e della Camera di Commercio. “Non dobbiamo dimenticarci che la capacità di coordinare e di sostenere l’attività degli artigiani è fondamentale: bisogna creare le condizioni per promuovere l’attività dei piccoli artigiani del nostro Paese, affinchè possano crescere ed innovare”.

Da quando la fiera ha aperto i battenti sono stati venduti, nel ristorante dentro lo stand piacentino, 700 piatti “paniere piacentino”, una degustazione con tortelli, formaggi, salumi, dolci e vino o birra di produttori piacentini.

“Artigiano in fiera” sarà aperto al pubblico sino 9 dicembre dalle 10 alle 22; nei giorni 3-4-5 dicembre l’ingresso sarà consentito dalle 15 alle 22.
Diversi i laboratori in programma ogni giorno nello stand piacentino di Artigiano in Fiera. Di seguito il programma di oggi e dei prossimi giorni.

Il Comunicato ufficiale della Provincia 

Trenta aziende, 12 stand per 9 giorni di fiera e circa 100 pasti al giorno serviti con l’azzeccata formula del paniere piacentino. Sono questi i primissimi numeri della partecipazione piacentina all’edizione 2012 di Artigiano in Fiera, la manifestazione dedicata alla promozione e alla vendita dei prodotti artigianali ed agroalimentari di tutto il mondo in scena a Milano fino a domenica.
A fare visita ai produttori piacentini impegnati a MianoFiere sono stati questa mattina il presidente della Provincia Massimo Trespidi con il vicepresidente e assessore a Cultura e Turismo Maurizio Parma, l’assessore al Sostegno a Artigianato e commercio Andrea Paparo, il presidente della Camera di Commercio di Piacenza Giuseppe Parenti e l’assessore alla Cultura del Comune di Piacenza Tiziana Albasi. 
Accanto agi singoli stand dei produttori a quelli collettivi, il sistema piacentino ha accolto nei giorni scorsi il pubblico lombardo (e non solo) nello stand istituzionale centrale “Piacenza Provincia da Favola” predisponendo una vera e propria “sala-ristorante” per gustare il paniere piacentino realizzato con un mix di sapori locali. Gli Iat territoriali (Piacenza, Castellarquato, Bobbio, Grazzano Visconti, Bogonovo) si sono invece occupati e si occuperanno per tutta la durata della manifestazione della promozione turistica.
“La Provincia di Piacenza – ha evidenziato Trespidi – ha fatto da battistrada per portare il sapere dell’Emilia-Romagna in Lombardia. Quest’anno è stato compiuto in fiera un salto di qualità reso possibile anche grazie all’aumento dei produttori piacentini. La presenza dell’Emilia Romagna sul palcoscenico milanese è un passo importante soprattutto per il sistema turistico e enogastronomico. Si conferma il ruolo strategico di Piacenza come territorio di cerniera e ponte tra due regioni. Iniziata con Artigiano in Fiera la volata verso Expo 2015”. “La presenza piacentina ad Artigiano in Fiera – ha aggiunto Parma – rappresenta un ottimo modo di promuovere il territorio attraverso le eccellenze locali in questa importante vetrina lombarda”. “Con tenacia e costanza  – ha sottolineato Paparo – siamo cresciuti fino ad arrivare ad essere una realtà eccellente”. All’assessore Albasi è stato quindi consegnato un “Vinarello” dedicato a Piacenza dipinto con il mosto di vino dall’artista piacentina Maurizia Gentili.
Gli amministratori piacentini sono stati accolti a Milano da Antonio Intiglietta, presidente di Ge.Fi (l’ente organizzatore di Artigiano in Fiera) che, durante la mattinata, ha fatto visita allo stand istituzionale piacentino. “Piacenza – ha detto Intiglietta – ha messo in campo una promozione solida, matura e puntuale. Decisivo il ruolo di coordinamento della Provincia: credo che oggi sia fondamentale sostenere la tenuta e la resistenza dei piccoli imprenditori”.
Soddisfatti anche gli operatori presenti in fiera che hanno ricordato l’impegno del tessuto artigianale piacentino per l’appuntamento milanese. “L’assistenza ricevuta dal sistema territoriale piacentino e dalla Provincia – ha detto Tiziana Cicognini di C&G di Tiziana Cicognini Snc – è stata forte e precisa e lo stand è stato apprezzato”.  “Ci auguriamo – ha concluso Luca Acquaviva della società agricola La Buca – che i visitatori continuino ad arrivare negli ultimi due giorni di fiera”.  Le altre aziende presenti in fiera sono: salumificio La Rocca Srl, Sergio Fumi Valigeria Srl, Fratelli Braghieri s.s, azienda agricola Duchessa, albergo Cacciatori, azienda vitivinicola Ca’ Rossa, azienda vitivinicola Villa Rosalba, Ferbam di Milza, Maggi & Sala Snc, Consorzio Piacenza Alimentare Winefood service, azienda agricola Ganaghello di Losi, Cascina Bosco Gerolo, Antico Mulino di Ottone, Le cantine di corte di Alessandro Biso, L’angolo dolce e salato di Lucia Lucchini, Il buongustaio di Franco Boeri, Ermitage di Gianpietro Pison,  Themalibero, Pasticceria Mera, Dolce pensiero, Torrefazione artigianale, Dancer, Archeotravo, azienda agricola Bononi, azienda agricola Giulio Cardinali, azienda agricola Cordani, azienda agricola Pizzavacca di Pisaroni e Erresse Interior di Raffaele Sannino.
Artigiano in Fiera continuerà domani e domenica 9 dicembre (dalle 10 alle 22) con diversi laboratori nello stand Provincia da Favola. 
IL PROGRAMMA DEGLI ULTIMI DUE GIORNI
8 dicembre
Stile contemporaneo: creazione di bijoux sostenibili
Metamorphosidesign
Birra lab: la Barbisa e la Gigiassa
Birrificio Duchessa
Quando la merenda si faceva con …
pane e olio: gli olivi di Gianpa
Azienda agricola Bononi
pane e salame
Salumificio La Rocca
Vini Cordani Marco
Baciotto signorotto e canestrello menestrello: la favola del biscotto incontra il Passito dei Colli
Piacentini
Antico Mulino di Ottone
Vini Cardinali e Cà Rossa
Concerto Gospel: atmosfere di Natale
Spirit Gospel Choir Piacenza
Bollicine in musica
Vini Cardinali, Villa Rosalba, Braghieri
9 dicembre
Recupero di design: nuova vita al legno
Erresse Design
Le mani in pasta: il tortello con la coda
Il Buongustaio
Bimbi creativi: i bigliettini e i segnaposto per la tavola del Natale
Azienda Biologica Dolce Pensiero
Un mestiere … un’arte: il suono magico del violino
La bottega del liutaio
Simone Ceriani, musicista
Auguri di Natale: brindisi con i prodotti tipici piacentini
Gli artigiani artistici e agroalimentari della provincia di Piacenza
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.