Quantcast

Autovelox arancioni, per il ministero sono “fuorilegge”

Un recente parere del ministero dei trasporti rischia di far piovere una pioggia di ricorsi contro le sanzioni comminate attraverso l’utilizzo di autovelox. Seppur utili nel contrastare gli incidenti (secondo uno studio del Cesiss, grazie a loro la velocità media si riduce di 11,3 km e le infrazioni calano del 70 per cento), la loro installazione è sempre stata controversa. 

Piacenza – Un recente parere del ministero dei trasporti rischia di far piovere una pioggia di ricorsi contro le sanzioni comminate attraverso l’utilizzo di autovelox. A finire nel mirino sono gli apparecchi arancioni, installati recentemente lungo diverse strade piacentine. Seppur utili nel contrastare gli incidenti (secondo uno studio del Cesiss, grazie a loro la velocità media si riduce di 11,3 km e le infrazioni calano del 70 per cento), la loro installazione è sempre stata controversa.

Ora il  ministero dei Trasporti afferma che “I manufatti in oggetto non sono inquadrabili in alcuna delle categorie previste dal Nuovo Codice della Strada e dunque per essi non risulta concessa alcuna approvazione”. Questo è quanto si legge nel parere n°4295 firmato dal direttore generale Sergio Dondolini il 24 luglio scorso, a seguito di una richiesta del prefetto di Bergamo. “Poiché non possono essere qualificati come impianti, probabilmente non potranno essere ricondotti alla futura nuova disciplina… l’eventuale impiego come componenti della segnaletica non può essere autorizzato”. “Allo stato attuale – scrive Dondolini – l’unico impiego consentito è quello che prevede l’installazione al loro interno di misuratori di velocità”. Quindi le uniche sanzioni valide potrebbero essere quelle elevate, sul posto, da un agente di polizia. 

 
Interpellata in merito, la polizia provinciale di Piacenza ha fatto sapere di stare compiendo le verifiche del caso. A ottobre sempre la polizia provinciale ha fatto sapere che i dispositivi non erano ancora stati attivati. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.