Quantcast

Fli Piacenza: “Berlusconi irresponsabile, Bersani non lo appoggi”

“Berlusconi è un irresponsabile” è quanto afferma in una nota il Coordinamento Provinciale di Fli, a Piacenza guidato da Fabio Callegari. “Un anno di sacrifici sta venendo letteralmente bruciato dall’ex Presidente del Consiglio in poche ore”.

“Berlusconi è un irresponsabile” è quanto afferma in una nota il Coordinamento Provinciale di Fli, a Piacenza guidato da Fabio Callegari. “Un anno di sacrifici sta venendo letteralmente bruciato dall’ex Presidente del Consiglio in poche ore”.
 
Il comunicato dei futuristi piacentini continua in questo modo: “il vero motivo che sta dietro la decisione di togliere la fiducia al Governo Monti è la contrarietà del capo del Pdl al decreto sulla incandidabilità dei candidati. Ancora una volta Berlusconi dimostra essere lontanissimo dal vagheggiato modello di Partito degli Onesti. Berlusconi, dopo aver affossato la riforma della legge elettorale, oltre a qualsiasi procedimento di democrazia interna al proprio partito, cerca ora di affossare l’intero Paese. Egli mira infatti solamente ad andare subito all’election day, per prendere una sola batosta invece di due o tre. Speriamo che anche Bersani non si faccia prendere dalla tentazione di andare subito ad elezioni, perché sarebbe immaturo e rivelerebbe un evidente accordo sottobanco”.
 
“Nel frattempo l’Italia ci rimette in termini di  spread e mercati, poiché non vi è più nessuno che ha fiducia in Silvio Berlusconi Premier: né tra le imprese, né tra i paesi della comunità europea ed internazionale. Il Governo Monti in questo anno di vita ha fatto molto con poco, salvando gli italiani dal pericolo di non ricevere lo stipendio a fine mese, come invece avvenuto in Grecia, e riformando parte del welfare in modo da evitare gli enormi tagli che sono stati fatti ad esempio in Spagna. Il vero baratro lo abbiamo toccato un anno fa con il Governo Pdl-Lega”.
 
“Da parte nostra, Fli ha già ribadito con forza la propria fiducia a Monti e l’impegno a sostenere alla prossime elezioni, che si spera si celebrino regolarmente in maggio, chi si impegnerà seriamente a portare avanti la sua agenda, in un’ottica di riforme, liberalizzazioni, razionalizzazione della spesa pubblica e sostegno dei nuovi nuclei famigliari. Speriamo in futuro di poterci ritrovare insieme, con questo obiettivo, a chi forse solo in queste ore sta prendendo reale coscienza dell’inadeguatezza di Berlusconi nel gestire in maniera esclusivamente autoritaria ed autoreferenziale il centrodestra italiano”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.