Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Cooperazione

“Sull’acqua il massimo della trasparenza”. La campagna Coop-Iren

Nei punti vendita del piacentino di Coop Consumatori Nordest e Coop Eridana è visibile la campagna informativa sull’acqua di rete promossa in collaborazione con Gruppo Iren

Più informazioni su

“Sull’acqua il massimo della trasparenza”

Nei punti vendita del piacentino di Coop Consumatori Nordest e Coop Eridana è visibile la campagna informativa sull’acqua di rete promossa in collaborazione con Gruppo Iren.

I clienti potranno conoscere la qualità della loro acqua di rubinetto attraverso cartelli che riportano l’indicazione dei valori dei 9 principali parametri, secondo gli orientamenti dell’Istituto Superiore di Sanità. Una campagna nazionale promossa da Coop Italia e da Federutility per sensibilizzare i consumatori su un corretto e consapevole consumo dell’acqua. Nel corso della conferenza stampa è stato firmato il protocollo d’intesa fra Coop e Iren.

Sbarca anche nei punti di vendita di Coop Consumatori Nordest e di Coop Eridana la campagna informativa “Sull’acqua il massimo della trasparenza”, promossa a livello nazionale da Coop Italia e da Federutility, la federazione delle imprese energetiche e idriche.
L’iniziativa è stata presentata oggi, 5 dicembre 2012, all’Ipercoop Gotico da Giuseppe Rolli, direttore ipercoop Gotico, Maurizio Molinelli, presidente di Coop Eridana, Eugenio Bertolini, direttore operativo di Iren Emilia.

Da oggi, nei 4 punti vendita di Coop Nordest di Piacenza e provincia e nei 18 di Coop Eridana saranno esposte le tabelle con i parametri sulla qualità dell’acqua “di casa” e saranno distribuiti opuscoli descrittivi del significato di ciascun parametro insieme al materiale del Gruppo Iren.
I soci e consumatori, nei supermercati e ipermercati Coop, potranno visionare una scheda informativa con le caratteristiche chimiche e fisiche dell’acqua del rubinetto, in modo da effettuare una scelta ancora più consapevole. I parametri saranno periodicamente aggiornati dal Gruppo Iren.
Una nuova importante iniziativa per Coop che sul tema dell’uso corretto e consapevole dell’acqua, aveva lanciato alla fine del 2010 la grande campagna consumerista “Acqua di Casa Mia” volta a promuovere verso i cittadini il consumo dell’acqua del rubinetto o di acque minerali provenienti da fonti vicine come scelte razionali per contenere i costi ambientali che gravitano intorno al mercato dell’acqua in bottiglia.

Il gruppo Iren che si occupa dell’erogazione dell’acqua nel piacentino ha sposato immediatamente l’iniziativa di Coop.
Iren è da tempo impegnata in campagne di sensibilizzazione e iniziative didattiche per la riduzione dei consumi domestici e per la comprensione del ciclo idrico integrato: i 51 distributori di acqua di rete gratuita e la consultabilità on line e in bolletta della qualità dei parametri dell’acqua, ne sono un tangibile esempio.

“La nuova campagna sull’acqua è per Coop la fase finale di un cammino informativo che ha visto i nostri soci e consumatori destinatari di molte informazioni su questa importante risorsa – ha precisato Giuseppe Rolli, direttore ipercoop Gotico –. L’importante per noi è stare dalla parte dei consumatori, instaurare con loro un dialogo. Perciò forniamo loro tutte le informazioni che li aiutino a sensibilizzarsi e a fare una scelta consapevole, non demonizzando la scelta delle acque in bottiglia ma proponendo informazioni che consentano di scegliere ad esempio le acque provenienti da fonti vicine. Promuovere fra i consumatori uno stile di consumo consapevole è uno dei nostri obiettivi. Dalle etichette ricche d’informazioni dei prodotti a marchio Coop, agli incontri di educazioni al consumo consapevole, fino alla campagna per le acque il nostro, è un impegno costante”.

“L’attenzione poi per l’ambiente si rinnova in Coop da oltre quindici anni – continua Maurizio Molinelli, presidente di Coop Eridana – Questa sensibilità per il risparmio dell’energia e delle emissioni di CO2 riguarda sia lo sviluppo della rete dei punti vendita che le politiche del prodotto a marchio. La prima campagna consumerista di Coop risale al 1984, per eliminare o ridurre i fosfati nei detersivi”.

“Crediamo che questa iniziativa sia particolarmente significativa perché offre ai cittadini una ulteriore opportunità per valutare la qualità dell’acqua che arriva dai rubinetti – dice Eugenio Bertolini, direttore operativo di Iren Emilia – . Dietro ci sta il nostro lavoro fatto di attenzione all’ambiente quando si tratta di captarla e di depurarla e di attenzione alla qualità e alla sicurezza quando la distribuiamo. Il territorio di Piacenza può vantare ottimi risultati nelle pratiche della gestione e nella tutela della risorsa. Il successo che stanno avendo i distributori di acqua pubblica e il crescente favore tra i cittadini verso l’acqua del rubinetto, sono le migliori prove che abbiamo lavorato bene in questi anni”.

Gli aspetti ambientali
Durante la conferenza stampa nazionale di presentazione dell’iniziativa, svoltasi il 16 novembre a Roma, Luca Lucentini, Direttore del Reparto Igiene delle Acque Interne dell’Istituto Superiore di Sanità, ha sottolineato che “in accordo con l’attuale politica dell’Unione Europea sulle acque, garantire adeguati strumenti di conoscenza sul complesso di azioni che presiedono alla qualità delle acque destinate al consumo umano nel territorio, e informare, attraverso una comunicazione bidirezionale, i consumatori sulle caratteristiche di qualità delle “proprie” acque, è la base per consentire decisioni consapevoli e incentivare utilizzi equilibrati e sostenibili delle risorse idriche, a difesa e valorizzazione di questo bene insostituibile, che è l’acqua.”
Ricordiamo che secondo il Rapporto Ambiente Italia 2012 di Legambiente – in Italia vengano prodotti 12 miliardi di litri di acque imbottigliate, che prevedono l’utilizzo di oltre 350 mila tonnellate di PET, e l’emissione di quasi un milione di tonnellate di CO2.

La Lista della Trasparenza: caratteristiche e controlli
Sono 9 i parametri pubblicati nella “Lista della Trasparenza”, la tabella informativa che sarà esposta in ciascuno dei punti vendita che aderisce all’iniziativa e che sarà aggiornata periodicamente a cura del Gruppo Iren. Per ciascun parametro vengono presentati i limiti previsti dalla legge ed il valore analizzato nel territorio di pertinenza.
I parametri, individuati come significativi dal punto di vista chimico-fisico, in accordo con gli orientamenti dell’Istituto Superiore di Sanità, sono: concentrazione ioni idrogeno, cloruri, ammonio, nitrati, nitriti, residuo secco a 180°, durezza, fluoruri e sodio.
La qualità dell’acqua destinata al consumo umano, disciplinata dal D.lgs 31/2001, prevede controlli interni a cura del Gestore e controlli esterni a cura delle Autorità sanitarie, ben oltre i 9 parametri qui riportati. I risultati dei controlli (conservati per almeno 5 anni) sono trasmessi alle Regioni e al Ministero della Sanità.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.