Quantcast

Verifica sismica degli immobili comunali. Foti (Pdl): “Cosa è stato fatto?”

A chiederlo è il consigliere comunale del Popolo della Libertà, Tommaso Foti, che ha rivolto un’interrogazione al Sindaco del Comune di Piacenza, riferendosi a un incarico che quest’ultimo ha assegnato a un professionista

Più informazioni su

“Verifica vulnerabilità sismica degli immobili comunali. Cosa è stato fatto?” La domanda è posta dal consigliere comunale del Pdl Tommaso Foti.

“Il Comune di Piacenza, circa un anno fa, ha affidato un incarico a un professionista per compiere verifiche sulla vulnerabilità sismica di immobili vari di proprietà del Comune di Piacenza. Il lavoro doveva compiersi in 90 giorni. L’incarico è stati assolto e nei tempi indicati?”
A chiederlo è il consigliere comunale del Popolo della Libertà, Tommaso Foti, che ha rivolto un’interrogazione al Sindaco del Comune di Piacenza, riferendosi a un incarico che quest’ultimo ha assegnato a un professionista con determina dirigenziale n. 2238 del 13 dicembre 2011 del valore di 77.644.66 Euro, poi incrementato di 12.299,99 Euro (IVA esclusa) con successiva determina dirigenziale n. 2425 del 25/12/2011 per “prestazioni complementari integrative all’incarico professionale” predetto.

Le determinazioni dirigenziali di cui sopra – spiega l’on. Foti nell’interrogazione – sono derivate dalla determinazione n. 1736 del 26/10/2011, assunta dalla Direzione Operativa Risorse in esecuzione della delibera di Consiglio comunale n. 26 del 24/1/2011, che stabiliva di procedere – a mezzo di procedura negoziata, con aggiudicazione secondo il criterio del prezzo più basso – all’individuazione del professionista a cui affidare l’incarico di eseguire le verifiche tecniche su immobili vari di proprietà comunale, approvando nel contempo le norme di gara e il capitolato speciale di appalto.

La decisione assunta derivava, a sua volta, dall’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274/2003 che obbligava di procedere a verifica, a cura dei proprietari, su tutti gli edifici e le opere infrastrutturali di interesse strategico e fondamentali per finalità di protezione civile in caso di sisma o per le fasi successive allo stesso. Un’Ordinanza, quest’ultima, i cui termini sono stati prorogati al 31 dicembre 2012 dal Decreto Legge n. 216 del 29 dicembre 2011.

“L’articolo 5 del capitolato d’oneri relativo al conferimento dell’incarico professionale di verifica della vulnerabilità sismica di fabbricati vari di proprietà del Comune di Piacenza – si legge quindi nell’interrogazione del consigliere del Popolo della Libertà – prevedeva che lo stesso dovesse concludersi entro 90 giorni dalla data di affidamento, termine oltre il quale si sarebbe dovuta applicare la penale di cui al successivo articolo 6”.
A fronte di ciò, l’on. Foti chiede quindi di sapere se gli incarichi conferiti con le “determinazioni dirigenziali più sopra indicate siano stati assolti e se siano stati rispettati i termini indicati nel citato capitolato d’oneri”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.