Al via la campagna del Pd: “Noi gli unici a difendere la piacentinità” foto

E’ partita dallo Spazio Trieste 34 di Piacenza (in via Trieste) la campagna elettorale del Partito Democratico di Piacenza. L’incontro di con tutti i militanti e sostenitori piacentini del Pd e di Pierluigi Bersani premier si è tenuto insieme ai tre candidati piacentini Paola De Micheli, Marco Bergonzi e Giorgia Buscarini.

Parte dello spazio suggestivo del teatro Trieste 34 la campagna elettorale del Partito Democratico di Piacenza, con l’immancabile musica di Mauro Sbuttoni ma anche l’inno ufficiale del Pd di Gianna Nannini a fare da intro della presentazione dei tre candidati piacentini Paola De Micheli, Giorgia Buscarini e Marco Bergonzi. Una campagna che sarà fatta di temi concreti e di contatto diretto con le persone come ha detto nella premessa Rita Piva.

“Noi siamo gli unici – dice De Micheli – a difendere la piacentinità: solo con il Pd c’è la possibilità che esponenti della nostra città entrino in parlamento. Un motivo in più per sostenerci. E’ questo il significato della nostra campagna elettorale, vissuta fino in fondo per far conquistare al Pd, al centrosinistra, il posto che merita: il governo del Paese”. 

“Questa è una battaglia che vale la pena di essere combattuta – aggiunge Marco Bergonzi – per il bene del Paese, grazie alla serietà e all’affidabilità con cui si muove il Pd. Noi non abbiamo il problema di dover promettere e poi mantenere, anzi è il contrario”. 

“La mia è una candidatura di servizio – aggiunge Giorgia Buscarini – e sono ben consapevole di come la collettività venga prima del singolo: ce l’ha ben dimostrato Bersani durante questa campagna elettorale. Adesso sta a noi convincere i cittadini che il Pd è l’unica opportunità per il nostro Paese”.

“Ci siamo accorti tutti – ha spiegato il segretario provinciale del PD Vittorio Silva – che questa è una campagna elettorale un po’ particolare: solo il PD presenta un progetto politico e un leader credibile. Questo centrosinistra si candida a governare; e poi ci sono tutti gli altri contendenti accomunati dal fatto che nessuno si propone di vincere per governare, ma vogliono soltanto impedire la vittoria del centrosinistra”. “Neppure Monti – ha continuato – vuole in realtà vincere, come ha ammesso spudoratamente Casini. Il suo schieramento intende soltanto impedire al partito più vicino alla vittoria di ottenere la premiership”. “Ma così facendo – ha chiosato riferendosi sempre a Monti e alla sua lista – non sono certo nuovi, anzi sono il passato. Noi dobbiamo evitare che queste manovre contro il Pd e il centrosinistra abbiano la meglio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.