Quantcast

Baket, Selta Piacenza si arrende a Calderara 60 – 80

Inizia con una sconfitta il 2013 del Selta Piacenza Basket Club che, guidato da un indomito Ale Mambretti in panchina, non è riuscito nell’impresa di sconfiggere i favoriti avversari dell’U.P Calderara. 

Più informazioni su

SELTA PIACENZA BASKET CLUB – U.P. CALDERARA: 60-80  (14-15, 35-33, 50-54)
 
Piacenza: Manstretta 3, Petkovsky, Antozzi 21, Pirolo 11, Centenari 7, Domaneschi 1, Guglielmetti 11, Pene 4, Stecconi, Bosini 2. All. Mambretti
 
Calderara: Calvi 8, Monari M. 9, Testoni, Sgarzi 1, Lanzi 15, Monari A. 11, Cera 16, Bernabini 10, Serio 6, Veronesi 4. All. Berselli.
 
Arbitri: Rizzi-Ronda di Fiorenzuola
 
 
Inizia con una sconfitta il 2013 del Selta Piacenza Basket Club che, guidato da un indomito Ale Mambretti in panchina, non è riuscito nell’impresa di sconfiggere i favoriti avversari dell’U.P Calderara. Dopo tre quarti giocati alla pari degli ospiti, con un terzo parziale che ha visto addirittura i biancorossi avanti grazie ad un basket convinto, audace e preciso, Piacenza si è completamente lasciata andare negli ultimi dieci minuti di gioco, soccombendo sotto i colpi e le pazzesche percentuali al tiro della squadra di Berselli. Il -20 finale è comunque un risultato che non rispecchia l’andamento della gara, soprattutto che non rende onore all’impegno messo in campo da Antozzi e Co. per provare a strappare la seconda vittoria consecutiva.
 
LA PARTITA: 
La pausa natalizia non fa perdere smalto al Selta Piacenza Basket Club che apre la propria partita in modo aggressivo e sicuro, mantenendosi aggrappata agli avversari (7-7) grazie ai punti portati dal rientrante Pirolo sotto le plance.  Siamo solo nel primo periodo ma  è già partita vera, con le due squadre che mettono in luce tutto il loro repertorio, soprattutto dai 6.25 (12-15). Il parziale si chiude sul punteggio di 14-15, chi voleva un inizio scoppiettante è stato accontentato!
 
La coppia lunghi Centenari-Guglielmetti battezza il canestro nei primi scambi del II quarto, e Piacenza mette la testa avanti (22-20), allungando con Bosini che manda a spasso il suo difensore ed “insacca” un arresto e tiro in sospensione da applausi. Il Selta per tutto il parziale dimostra grande confidenza col campo, arrivano i punti e pure alcune giocate che scaldano le mani della “curva”. Il tabellone arriva anche a dire +5 per i biancorossi quando mancano 20 secondi alla fine, poi una tripla ospite dimezza lo svantaggio e manda tutti negli spogliatoi (35-33).
 
Fuochi d’artificio dopo la pausa lunga: la difesa piacentina alza la “muraglia cinese” e l’attacco fa sentire tutta la sua incisività con i cm di Pirolo e gli assists delle guardie Ivi Petkovsky ed Pippo Antozzi (41-33).
Dopo il time-out di Calderara, gli ospiti iniziano la rimonta, piazzando un parziale di 0-8 che li porta a pari punti con i padroni di casa. Il momento è per loro propizio: in un amen allungano fino al 45-52, ritrovando lo smalto perso nei primi minuti del III quarto. Una parola di troppo però costa il tecnico a Calderara, che manda Super Ciccio Guglielmetti ai liberi del nuovo  47-52. Altri due liberi di Pene portano Piacenza in coda a Calderara (50-54). La partita è tutta da giocare.
 
Capitan Manstretta si sblocca subito da tre (54-57), ma la tensione in campo è palpitante! A gestirla meglio è Calderara, brava a sfruttare le indecisioni a rimbalzo e in fase offensiva di Piacenza per portarsi avanti di dieci lunghezze (54-64). Bomber Antozzi prova a tenere a galla i suoi, però sono i dettagli che costano cari ai biancorossi (58-70). Gli ospiti sono implacabili, le loro percentuali mostruose al tiro condannano la Selta alla sconfitta (60-80).
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.