Quantcast

Challenge Cup, Copra Elior non lascia scampo a Gabrovo (0-3) 

Una ottima Copra Elior supera senza troppi problemi la prima sfida degli Ottavi di Finale di Challenge Cup liquidando i per 3 a 0 i bulgari della CVC Gabrovo. A Sofia primi due set senza storia per i ragazzi di Monti; più equilibrato il terzo ed ultimo parziale

Più informazioni su

CVC GABROVO – COPRA ELIOR PIACENZA 0-3 (19-25 / 15-25 / 20-25)

Prima partita del 2013 di Challenge Cup vittoriosa per la Copra Elior Piacenza che, dopo un’ora e un quarto di gioco, esce dall’Orlovec con un netto 0-3.
Buona la prestazione dei biancorossi scesi in campo: Marra, nonostante l’infortunio, porta a termine un buon match, Holt si dimostra best scorer e la battuta e il muro biancorossi non deludono le aspettative. Con 11 ace e 9 muri vincenti Piacenza tiene testa a una Gabrovo non all’altezza delle ambizioni pre partita.
Il risultato dei 3 parziali (19-25, 15-25, 20-25) dimostra la differenza delle due squadre a partire dal muro (9 vincenti di Piacenza, solo 3 di Gabrovo) e dalla battuta (11 ace biancorossi e 2 bulgari). Piacenza chiude con il 42% in attacco contro il 33% per i bulgari; sostanzialmente alla pari le due ricezioni che chiudono entrambe oltre il 50% di positività. TABELLINO E COMMENTO

Piacenza propone per la partita di Challenge Cup un sestetto rimaneggiato con De Cecco in regia, Fei opposto, Zlatanov e Ogurcak di banda, Holt e Simon al centro, Marra libero. Il primo set, ricco di ace biancorossi, corre veloce per la Copra Elior che fin dalla prima battuta stacca i bugari di Gabrovo: gli ace di Zlatanov (3-5), Holt (2 sul 7-11 e 7-12), Fei (9-14) e Simon (11-18) interrompono i tentativi di rimonta di Gabrovo che riesce a rimanere nella scia biancorossa solo sul 7-8 e nel finale di set sul 18-22. Il parziale si conclude con un attacco out di Gabrovo sul 19-25.

Nel secondo set è l’ace di Holt, sullo 0-2, a prendere le distanze dai bulgari: Gabrovo però, anche grazie all’errore in attacco di Zlatanov sul 4-5 si fa forza; La Copra Elior riesce a staccare gli avversari poco dopo con De Cecco vincente sul 4-6 per poi creare un discreto break sul 6-9 con il muro vincente di Holt. I biancorossi iniziano a macinare terreno e  a incrementare il vantaggio con l’ace di De Cecco sul 6-12. Gabrovo si blocca mentre il muro di Piacenza lavora egregiamente, al contrario della battuta. Zlatanov in battuta affonda nel campo avversario (10-18) e viene supportato da Simon che segna l’11-19. Sul finale di set Monti chiede cambio: dentro Vettori per Fei che mette subito a segno il 13-21 e 13-23. Holt mura il 15-24 e Zaltanov chiude sul 15-25.

L’avvio del terzo parziale è decisamente complicato per il sestetto biancorosso che subisce gli attacchi di Gabrovo portandosi subito in vantaggio (3-0). Piacenza, con De Cecco recupera terreno (7-5) ma soffre gli attacchi e il muro di Gabrovo fino al muro di Holt sul 9-9. Il punto a punto si conclude sul 12-11, quando Gabrovo si riporta avanti con la battuta sbagliata di Piacenza. La Copra Elior non si lascia sottomettere e cambia velocemente marcia: il muro di Simon (14-16) e l’attacco di Vettori sul 15-17 valgono l’allungo definitivo. I punti di Ogurcak (15-18 e 16-20) avvicinano la Copra Elior al finale; Holt a muro (19-23) blocca i bulgari, Vettori limita le speranze di Gabrovo (19-24). Holt in battuta ha la possibilità di chiudere ma manda out (20-24).  La palla, passata a Gabrovo, finisce in rete e il match si conclude sul 20-25.

Luca Monti (allenatore Copra Elior Piacenza): “Non è stata una partita difficile. Già un’ora prima della partita il palazzetto era gremito: è stato un bellissimo colpo d’occhio. Sicuramente Gabrovo si aspettava un altro risultato. La Copra Elior ha disputato una buona partita: nonostante i numerosi errori in battuta abbiamo messo a segno 11 ace; anche il buon muro ci ha favorito nel chiudere la partita in 3 set. Per la partita di ritorno dobbiamo mantenere alta la concentrazione per ottimizzare il risultato e ottenere la qualificazione ai Quarti di Finale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.