Quantcast

Chiusura cantieri Sielte, licenziamenti anche a Piacenza

Lo rende noto il segretario nazionale dell’ Ugl Telecomunicazioni , Stefano Conti, spiegando che “si tratta di una decisione drammatica, l’inevitabile conseguenza di una politica al ribasso dei costi e del ricorso massiccio al subappalto voluta da Telecom Italia. A farne le spese sarà il servizio e, soprattutto, i lavoratori”

Più informazioni su

“La Sielte ha comunicato l’avvio delle procedure di mobilità per il licenziamento collettivo per 56 lavoratori complessivi, con la relativa chiusura dei cantieri Reti Fisse di Tlc, per le sedi di Caltanissetta, Olbia, Matera e Piacenza. L’azienda ha spiegato che la decisione è stata presa a seguito della perdita dei volumi di lavoro determinati dagli esiti negativi della gara del mese di ottobre, indetta da Telecom Italia per i servizi di appalto di Delivery, Technology e Assurance”.

Lo rende noto il segretario nazionale dell’ Ugl Telecomunicazioni , Stefano Conti, spiegando che “si tratta di una decisione drammatica, l’inevitabile conseguenza di una politica al ribasso dei costi e del ricorso massiccio al subappalto voluta da Telecom Italia. A farne le spese sarà il servizio e, soprattutto, i lavoratori”.

“In particolare – aggiunge – nel territorio nisseno, già duramente colpito  dal punto di vista occupazionale, desta stupore il fatto che i lavori saranno affidati al Consorzio Elledielle, costituito da piccole aziende che fino ad oggi hanno operato in subappalto per la stessa Sielte. Dal momento che l’assegnazione della gara di queste attività è stata possibile grazie ad una ulteriore riduzione dei costi, non comprendiamo come il consorzio possa garantire al contempo gli standard di sicurezza sul lavoro e le norme contrattuali previste per legge e che, Telecom Italia, in qualità di committente, è obbligata a far rispettare”. “Ci attiveremo – conclude il sindacalista – in ogni modo anche sollecitando le istituzioni locali, per scongiurare i licenziamenti e salvaguardare i livelli occupazionali”. (AGENPARL)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.