Quantcast

Due ipotesi per il futuro della Maratona. Incontro in Comune

In considerazione della situazione che gli organizzatori hanno dovuto affrontare con grande difficoltà negli ultimi due anni, verrà chiesto alla Federazione Italiana di Atletica Leggera l’assegnazione del Campionato Italiano assoluto di mezza maratona 2014

Lunedì 7 gennaio gli organizzatori della Placentia Marathon for Unicef Alessandro Confalonieri, Pietro Perotti e Antonio Silva hanno incontrato in Municipio il Sindaco di Piacenza Paolo Dosi, il Presidente della Provincia Massimo Trespidi e l’Assessore allo Sport del Comune Francesco Cacciatore.  Oggetto dell’incontro è stata la valutazione della situazione attuale in cui si è venuta a trovare la  Placentia Marathon for Unicef in seguito allo spostamento della Treviso Marathon negli anni 2012 e 2013, sovrapposta alla gara piacentina.

“Il mancato intervento della Fidal Nazionale per risolvere la questione e l’indifferenza degli organizzatori veneti – spiegano gli organizzatori piacentini – ha inevitabilmente  portato alla decisione di sospendere l’organizzazione della gara di maratona km 42.195 a partire dal 2014”. In merito a questa decisione è stata anche annullata la Staffetta Maratona che sarebbe purtroppo andata in scena solo per una edizione. Dall’incontro è emerso che appena trascorsa la 18^ edizione prevista per il prossimo 3 marzo 2013, si effettuerà una verifica della situazione valutando la partecipazioni numerica della gara.

Due le possibilità future dell’evento: la prima parla di organizzare le due gare internazionali agonistiche di 21.097 e 30 km (entrambe omologate Fidal  – Iaaf nel 2012) nella storica data della prima domenica di marzo in sinergia alla Milano Marathon di cui Piacenza diventerebbe una delle sedi di preparazione per gli atleti; la seconda di spostare la data alla prima domenica di maggio (tranne nel caso in cui coincida con il 1° maggio “Festa del Lavoro”, nel cui caso verrebbe posticipata a domenica 8), così come condivisa dalle Istituzioni locali propensi a quest’ultima soluzione. In questo caso, rimarrebbe solo la mezza maratona e le camminate non competitive. L’obiettivo entro tre anni sarebbe quello di portare a 3000 gli iscritti alla unica gara agonistica di 21 km, sempre mantenendo l’arrivo in Piazza Cavalli e magari ipotizzandone anche la partenza.

In considerazione della situazione che gli organizzatori hanno dovuto affrontare con grande difficoltà negli ultimi due anni, verrà chiesto alla Federazione Italiana di Atletica Leggera l’assegnazione del Campionato Italiano assoluto di mezza maratona 2014. Tra circa un mese verrà presentata alla città la 18^ edizione che si presenta con tante novità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.