Quantcast

Grande distribuzione e aziende, oggi incontro in Confindustria

 Queste alcune delle domande alle quali intende rispondere l’incontro organizzato da Confindustria e che si terrà lunedì 14 gennaio a partire dalle ore 16,00 presso la sede di Via IV Novembre.

Più informazioni su

Che peso ha la distribuzione organizzata all’interno dei diversi canali di vendita? Quali sono le linee evolutive? Quali gli strumenti per approcciare al meglio questo veicolo fondamentale per raggiungere il consumatore finale? Quali i rapporti? Quali le chances per le piccole imprese? Può la distribuzione organizzata rappresentare un veicolo di crescita interessante ed efficace? Cosa bisogna sapere? Cosa chiede la GDO alle imprese ? Queste alcune delle domande alle quali intende rispondere l’incontro organizzato da Confindustria e che si terrà lunedì 14 gennaio a partire dalle ore 16,00 presso la sede di Via IV Novembre.
Si comincia con Conad e COOP, due delle catene distributive più importanti sul nostro territorio, ma non solo. Giovanni Panzeri  – marketing manager Conad  – e Maurizio Molinelli  – presidente COOP Eridana – coordinati da un grande esperto del settore e profondo conoscitore della materia. Si tratta del prof.Daniele Fornari il quale, a partire dal progetto formativo Cento Sapori, finanziato da Confindustria, CCIAA e Fondazione, da tempo lavora al fianco degli operatori piacentini per aiutarli nel processo di conoscenza ed avvicinamento a questo canale di vendita.
Il perché di un nuovo impegno in questo settore è presto detto: la filiera agroalimentare piacentina , dal campo alla tavola, passando per la trasformazione e la distribuzione, rappresenta una parte consistente dell’economia provinciale. 
La nostra terra è ricca di produzioni di eccellenza,  alcune delle quali si fregiano anche di marchi di tutela come le DOP o le DOC.  
Insomma, un settore assai interessante, con importanti margini di crescita. Negli ultimi anni il territorio ha messo in pista interessanti progetti che mirano alla valorizzazione di queste eccellenze e di tutto ciò che di buono Piacenza sa offrire. 
I produttori ed i trasformatori, dal canto loro,  hanno messo tanto impegno nel far crescere le loro attività; altre si sono aggiunte ai marchi storici. 
Anche l’export è ormai una pratica acquisita da produttori grandi e piccoli, segno di un tessuto vivace e competente. 
L’impegno è a 360°, nella consapevolezza che risultati interessanti non sono appannaggio soltanto delle grandi imprese ma che gli stessi sono a portata di mano anche per le piccole e medie aziende piacentine. 
In tutto questo, così come è stato per il progetto Autogrill, la distribuzione organizzata è un veicolo fondamentale ed imprescindibile, che però va da affrontato con competenza e preparazione. La GDO  è un mondo in continua espansione, un’opportunità per commercializzare i prodotti, un passaggio obbligato per raggiungere i consumatori.
Il rapporto con la distribuzione organizzata è una questione che ormai si pone in maniera ineludibile e che può consentire di dare una spinta interessante alla crescita di un settore portante dell’economia provinciale. 
Conoscersi meglio per lavorare di più e meglio. Un incontro dal taglio operativo che si colloca all’interno di quel progetto di territorio che intende valorizzare le eccellenze agroalimentari piacentine al quale Consorzi, Associazioni, Accademia, Enti ed Istituzioni stanno lavorando da tempo. 
L’incontro che si aprirà con i saluti del presidente di Confindustria Emilio Bolzoni e l’intervento del Capo Sezione delle Industrie Alimentari Francesco Muselli, è aperto a tutti gli interessati.
 
 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.