Quantcast

Isabella Ferrari e l’ombelico “tagliato”. Causa contro l’azienda di lingerie

La popolare attrice piacentina, Isabella Ferrari, fa causa a Yamamay. Due anni fa la Ferrari era stata scelta come testimonial per uno spot diretto da Paolo Sorrentino, spot finito poi nel mirino per l’eccesso di photoshop utilizzato. Non sono state risparmiate ironie nei confronti dell’attrice, complice la "sparizione" dell’ombelico proprio in fase di ritocco. 

Più informazioni su

La popolare attrice piacentina, Isabella Ferrari, fa causa a Yamamay. Due anni fa la Ferrari era stata scelta come testimonial per uno spot diretto da Paolo Sorrentino, spot finito poi nel mirino per l’eccesso di photoshop utilizzato. Non sono state risparmiate ironie nei confronti dell’attrice, complice la “sparizione” dell’ombelico proprio in fase di ritocco. 

Da qui la causa, partita secondo quanto scrive il corriere.it, 2 anni fa. Al danno, la beffa: lo spot doveva essere un inno all’accettazione di sè, nonostante gli anni che passano e ai propri difetti, e proprio per questo era stata scelta come testimonial una donna seppur bellissima come Isabella Ferrari, al posto di una modella ventenne. Ed è invece lo spot è diventato un inno al ritocchino tecnologico. 

Per vedere il video clicca qui

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.