Quantcast

Lago dei cigni al Municipale, si va verso il "tutto esaurito"

Quasi tutto esaurito per uno dei balletti classici più amati e conosciuti

Più informazioni su

C’è grande attesa per il Lago dei cigni, uno tra i balletti classici più amati, che domenica prossima 13 gennaio, alle ore 16, inaugurerà la Stagione di Danza 2012/2013 del Teatro Municipale di Piacenza realizzata dalla Fondazione Teatri di Piacenza in collaborazione con Aterdanza.

Stanno infatti esaurendo i posti ancora disponibili per assistere al celebre balletto musicato da Cajkovskji, per la coreografia di Marius Petipa e Lev Ivanov, messo in scena dal Balletto di San Pietroburgo compagnia che racchiude tutto ciò che contraddistingue la Scuola russa del balletto classico, in quanto unisce tradizione e contemporaneità, tecnica e capacità espressiva.

Primo balletto della celebre triade musicata dal compositore russo, con La bella addormentata e Lo schiaccianoci, del Lago dei Cigni esistono molte versioni diverse, ma la maggior parte delle compagnie di danza basa l’allestimento, sia dal punto di vista coreografico che musicale, sul revival di Marius Petipa e Lev Ivanov per il Balletto Imperiale, presentato la prima volta il 15 gennaio 1895 al Teatro Imperiale Mariinskij a San Pietroburgo, Russia. Petipa curò il primo e il terzo atto, mentre Ivanov curò gli atti bianchi, il secondo e il quarto.

In occasione di questo revival, la musica di Cajkovskij venne rivisitata dal maestro di cappella dei Teatri Imperiali, Riccardo Drigo. Lo spettacolo fu un successo e il Lago dei cigni entrò a pieno diritto nel repertorio dei teatri pietroburghese e moscovita. Ancora oggi la coreografia a cura di Petipa e Ivanov e le nuove musiche sono considerate una pietra miliare del balletto classico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.