Quantcast

Con una corda al collo minaccia il suicidio, salvato dalla Municipale

Quando la pattuglia della Municipale, dopo aver ricevuto la segnalazione, è arrivata sul posto, ha trovato l’uomo che, con una corda legata al collo, minacciava di impiccarsi alle inferriate. Alla base del gesto problemi riguardanti la scadenza del contratto di locazione dell’appartamento

Più informazioni su

Minaccia di togliersi la vita, ma fortunatamente un agente della Polizia Municipale lo convince a desistere e ad accettare le cure dei medici nel frattempo intervenuti. Si è concluso così a lieto fine, questa mattina, grazie alla tempestiva azione dei vigili, il dramma di un cinquantenne residente in città. 

Quando la pattuglia della Municipale, dopo aver ricevuto la segnalazione, è arrivata sul posto, ha trovato l’uomo che, con una corda legata al collo, minacciava di impiccarsi alle inferriate della finestra della sua abitazione. Decisivo l’intervento, in particolare, di un operatore della pattuglia che, allontanati tutti i presenti, ha instaurato un dialogo con l’uomo e, con parole cariche di umanità e partecipazione alla sua sofferenza, è riuscito a convincerlo a non compiere l’insano gesto e a sottoporsi alle prime cure mediche.

Dalle prime testimonianze raccolte tra i presenti, tutto sembra aver avuto origine dai problemi legali riguardanti la scadenza del contratto di locazione dell’appartamento in cui l’uomo vive. Di qui la decisione disperata del cinquantenne che, immediatamente soccorso, è stato trasferito in ospedale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.