Quantcast

Duplicato tessera elettorale, ecco come richiederlo

in occasione dell’imminente tornata elettorale, il punto Quic di viale Beverora estenderà così, con orario continuato, l’apertura: da martedì 19 febbraio a sabato 23 febbraio dalle 8.15 alle 19, domenica 24 febbraio dalle 8 alle 22 e lunedì 25 febbraio dalle 7 alle 15

L’Ufficio Elettorale del Comune di Piacenza ricorda che, per esercitare il diritto di voto, i cittadini devono presentarsi presso le sezioni nelle cui liste risultano iscritti, muniti di un documento di riconoscimento e della tessera elettorale. Chi l’avesse smarrita, o fosse in possesso di una tessera inutilizzabile perché deteriorata o esaurita negli spazi di validazione, dovrà chiederne una nuova (con relativa autodichiarazione di smarrimento) o il duplicato (restituendo l’originale) agli Sportelli Polifunzionali – Quic di viale Beverora, che resteranno aperti anche nei giorni delle elezioni. 

Gli sportelli in questione sono abitualmente operativi il lunedì, martedì e giovedì dalle 8.15 alle 17, il mercoledì e venerdì dalle 8.15 alle 13.30 e il sabato dalle 8.15 alle 12.15. Eccezionalmente, in occasione dell’imminente tornata elettorale, il punto Quic di viale Beverora estenderà così, con orario continuato, l’apertura: da martedì 19 febbraio a sabato 23 febbraio dalle 8.15 alle 19, domenica 24 febbraio dalle 8 alle 22 e lunedì 25 febbraio dalle 7 alle 15.

 


Nell’imminenza delle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio, l’unità operativa Medicina legale dell’Azienda Usl di Piacenza (dipartimento della Sicurezza) comunica che è possibile ottenere le certificazioni per l’accompagnamento al voto degli elettori fisicamente impediti.
 
Gli aventi diritto possono rivolgersi:
 
– a Piacenza, ambulatorio patenti e certificazioni, in piazzale Milano 2, blocco C, III piano, stanza 315, su prenotazione, a partire da venerdì 15 febbraio fino a giovedì 21 febbraio telefonando al numero telefonico 0523.317930 disponibile dalle ore 9 alle 16.30 dei giorni feriali (escluso il sabato)
 
– a Fiorenzuola, nell’ambulatorio ex Avis ed ex dispensario (di fronte al nuovo ospedale, via Roma) su prenotazione, a partire da venerdì 15 febbraio fino a giovedì 21 febbraio, telefonando al numero telefonico 0523. 989800 disponibile dalle ore 9 alle 12 dei giorni feriali (escluso il sabato)
 
– a Castel San Giovanni, ambulatorio patenti e certificazioni, via Giordano Bruno 2, piano terra, su prenotazione, a partire da venerdì 15 febbraio fino a lunedì 18 febbraio, telefonando al numero telefonico 0523. 880536 disponibile dalle ore 10 alle 12 dei giorni feriali (escluso il sabato)
 
 
Gli elettori residenti in altri comuni del territorio provinciale di Piacenza potranno rivolgersi anche ad altre sedi periferiche, con accesso diretto, come da tabella pubblicata sul sito www.ausl.pc.it.
 
Nella giornata di lunedì 25 febbraio (secondo giorno di votazioni) sarà ancora possibile rivolgersi, senza prenotazione, nelle sedi indicate, per ottenere le certificazioni:
Piacenza 
sede servizi territoriali di piazzale Milano 2 
blocco C, III piano, stanza 315
dalle ore 9 alle 13
 
Fiorenzuola
ambulatorio ex Avis ed ex dispensario 
(di fronte al nuovo ospedale, via Roma)
dalle ore 11 alle 13
 
Bettola
ambulatorio viale Europa 1
dalle ore 9 alle 12.30
 
Per coloro che fossero degenti nell’ospedale di Piacenza è previsto che un medico addetto al rilascio delle certificazioni medico-legali si rechi in questa struttura nella settimana dal 18 al 22 febbraio (per informazioni – direzione sanitaria 0523.302310-302966)
 

Requisiti per il rilascio dei certificati di accompagnamento al voto
 Coloro che richiedono il certificato di accompagnamento al voto dovranno essere inderogabilmente provvisti di:
– tessera elettorale
– documento di riconoscimento 
– eventuale documentazione clinica relativa all’infermità
 

Per evitare contestazioni si ricorda che, ai sensi della vigente normativa
:
– hanno diritto di farsi assistere durante la votazione solamente coloro che per infermità non sono in grado di votare di persona (nel senso che non sono in grado di tracciare la croce sul simbolo elettorale);
– non ne hanno invece diritto coloro che sono affetti da infermità di ordine psichico, i soggetti affetti da demenza, i soggetti con sindrome di Down, ecc… (tutti costoro sono da ritenersi, ove non sussistano anche le infermità fisiche di cui al precedente paragrafo, fisicamente idonei ad esprimere il voto di persona);
– gli invalidi civili non ne hanno diritto per il solo fatto che godono dell’indennità di accompagnamento, ben diverso essendo il concetto di accompagnamento al seggio da quello di assistenza durante l’espressione del voto. I ciechi civili non devono presentare il certificato medico. Per i ciechi civili è sufficiente l’esibizione del libretto nominativo di pensione nel quale sia indicata la categoria di “cieco civile”.
 
Infine si ricorda che in base alla legge 17 del 5 febbraio 2003, gli elettori con impedimenti giudicati permanenti possono, con il certificato medico legale che li autorizza a farsi assistere da un accompagnatore nella cabina elettorale, chiedere, con apposita istanza da presentare al Comune presso le cui liste elettorali sono iscritti, di far annotare sulla tessera elettorale il diritto permanente al voto assistito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.