Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - UniCatt

Europa e unione bancaria, Mario Sarcinelli alla Lezione Arcelli

Il prossimo 1° marzo si terrà la IX edizione della Lezione Mario Arcelli presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza (ore 10 Sala Convegni Piana) che, dopo l’edizione di grande successo dello scorso anno con Romano Prodi, ospiterà un altro importante testimone dello sviluppo bancario italiano

Il prossimo 1° marzo si terrà la IX edizione della Lezione Mario Arcelli presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza (ore 10 Sala Convegni Piana) che, dopo l’edizione di grande successo dello scorso anno con Romano Prodi, ospiterà un altro importante testimone dello sviluppo bancario italiano, Mario Sarcinelli. Attualmente Presidente di Dexia-Crediop, importante banca che opera con la Pubblica Amministrazione, Sarcinelli è stato ViceDirettore Generale di Banca d’Italia, Direttore Generale del Tesoro, Ministro del Commercio Estero, Vice Presidente della Banca Europea di Ricostruzione e Sviluppo e Presidente di BNL. Ha partecipato attivamente al processo che ha condotto al Trattato di Maastricht e, con ruoli diversi, al percorso che ha determinato la nascita dell’Euro. Di recente, insegna alla LUISS ed alla Sapienza presso cattedre che sono state nel passato del compianto economista piacentino Mario Arcelli.

“Si parlerà di unione bancaria e del suo impatto sulla stabilità dell’Euro”, sostiene il professor Francesco Timpano, direttore del Centro Studi di Politica Economica e Finanziaria CESPEM intitolato a Mario Arcelli presso l’Università Cattolica di Piacenza. “Nel maggio del 2012 il presidente Barroso ha lanciato l’idea di un’unione bancaria e di un meccanismo unico di supervisione caratterizzata da un Meccanismo unico di supervisione (SSM) in grado di vigilare sulle banche, di applicare le regole prudenziali e di esercitare la supervisione sui mercati bancari. Il processo si è sviluppato nel corso di questi mesi e si concluderà nel 2013. La scelta della BCE come soggetto che si occuperà della supervisione è uno degli elementi della discussione che sarà proposta da Sarcinelli. Evidentemente, si sarebbero potute percorrere strade diverse ma, finalmente, si aggiunge un tassello importante al percorso di rafforzamento dell’Unione monetaria ancora incompleto, affinché possa nel futuro resistere meglio alle crisi economiche e finanziarie. Non ultimo il tema rilevante dell’unione fiscale, che sarà certamente richiamato da Sarcinelli”.

A discutere con Mario Sarcinelli ci saranno, oltre ai professori Timpano e Vaciago, economisti dell’Università Cattolica, Francesco Arcelli, economista presso una banca d’affari, e Federico Galizia, Capo del Risk Management del Fondo Europeo degli Investimenti. “E’ una consuetudine consolidata per noi quella di invitare protagonisti del mondo finanziario europeo”, continua Timpano, “e Federico Galizia ci darà il punto di vista di un’organizzazione finanziaria che emana dalla Commissione Europea”.
L’incontro sarà introdotto dalla Preside della Facoltà di Economia e Giurisprudenza, prof.ssa Fellegara, e dalle autorità cittadine con le presenze del Sindaco Dosi e del Presidente della Provincia Trespidi.

“La Lezione è una consolidata tradizione che permette alla città di Piacenza ed agli studenti dell’Università Cattolica di confrontarsi con temi di rilievo e di attualità della vita economica del nostro paese e non solo.”, sostiene Federico Arcelli, figlio del professor Mario Arcelli e attualmente alla John Hopkins University a Washington per un periodo di studio dopo varie esperienze in organizzazioni internazionali,  “La mia famiglia è particolarmente contenta di promuovere insieme all’Università Cattolica questa iniziativa come momento di riflessione che permette di tornare sovente su temi di cui si è occupato nella sua vita accademica mio padre”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.