Quantcast

Il Carpaneto lancia l’allarme-impianti sportivi: “Da aprile sarà emergenza” foto

Lunedì se n’è parlato in Municipio con gli amministratori comunali in una riunione indetta dalla società. “Tra due mesi – osserva il presidente Rossetti – non potremo più utilizzare il campo Ranza per gli allenamenti. Per la prossima stagione sportiva ci sarà il rischio di far emigrare le nostre formazioni giovanili”

Più informazioni su

L’Asd Calcio Carpaneto lancia l’allarme-impianti sportivi. Il messaggio arriva dalla riunione di lunedì sera in Municipio, indetta dalla stessa associazione sportiva locale e che ha visto la presenza al tavolo degli assessori Alessandro Tondelli (Sport) e Roberta Previdi (Urbanistica) e del geometra Vittorio Omati (Servizio Lavori pubblici e manutenzione), mentre tra il pubblico erano presenti una quarantina di persone, principalmente rappresentanti delle altre associazioni sportive del paese.

“Cerchiamo – ha spiegato in apertura Giuseppe Rossetti, presidente dell’Asd Calcio Carpaneto – di programmare la nostra attività agonistica in base agli impianti sportivi esistenti e che stanno sorgendo. Premesso che stiamo portando a termine questa stagione grazie all’intervento di un privato, ma ad aprile avremo un’emergenza: non potremo più utilizzare il campo Ranza per gli allenamenti e dovremo traslocare in toto al San Lazzaro, dove si creerebbe un sovraffollamento e dove comunque mancano le condizioni logistiche per gestire l’attività”. Quindi aggiunge. “Il campo sintetico realizzato dall’Amministrazione comunale e che si trova a fianco del San Lazzaro, dove giochiamo anche la Seconda categoria, è di fatto inutilizzabile, in quanto mancano l’illuminazione e il vialetto d’accesso”.

“Il nuovo campo sportivo – prosegue il presidente dell’Asd Calcio Carpaneto – sarà pronto nel 2014 e questo creerà grandi problematiche soprattutto nella prossima stagione. E’ impensabile condensare tutta l’attività sul San Lazzaro e c’è il rischio che a settembre le nostre formazioni giovanili debbano emigrare fuori paese per l’attività”.

Rossetti punta il dito contro l’Amministrazione comunale di Carpaneto guidata dal sindaco Zanrei anche per il lievitare dei costi per la realizzazione del nuovo impianto. “Sono stati sperperati più di 100mila euro per una serie di interventi che riparano gli errori a monte, come i 30mila euro per lo spostamento degli spogliatoi”. Sulla stessa lunghezza d’onda si è collocato anche il consigliere comunale di minoranza Guido Freschi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.