Il movimento Sveglia contro la giunta Dosi: “Nove mesi di nulla”

E’ finito il tempo delle parole, compatibilmente alle risorse disponibili, è il momento dei fatti - scrivono -. Ma l’unico fatto evidente che sottolineiamo è una lamentela generalizzata, che porta al rinvio del Bilancio Comunale

Intervento del movimento civico Sveglia

Il movimento civico Sveglia, una delle poche forze realmente attiva nell’ambito locale in ottica realmente civica e apartitica, è altamente insoddisfatto della non attività sin qui svolta, in questi primi nove mesi, dall’amministrazione comunale.

Salvo errori vogliamo ricordare alcuni passaggi caratterizzanti:
-Approvazione bilancio comunale (atto dovuto, salvo poi chiedere una variante allo stesso per maggiori spese pari a € 800.000)
-Bando Parco delle mura, pur dovendo ancora risolvere le relative problematiche con Sovrintendenza e Demanio (Il Parco delle Mura ed il collegamento tra centro storico, parco delle mura e parco fluviale era nel programma elettorale di Sveglia, ed il progetto/idea era già stato portato avanti in precedenza da altre associazioni/movimenti)
-L’ultima, appresa dalla stampa odierna, Bando per la Cittadella del Lavoro per l’imprenditoria giovanile (anche questo tema nel nostro programma e, se ricordiamo bene, oggetto di un recente e specifico intervento da parte dell’assessore provinciale al lavoro)

Ci sembra pertanto inopportuno il riferimento a “opera-segno” dell’amministrazione. Quello che invece appare evidente è che gli stress e le difficoltà economiche-finanziarie dietro cui si nascondono Sindaco e Amministrazione, siano solo parole che comportano incapacità fattive. Certo le risorse sono poche, certo le difficoltà sono aumentate, ma più che un amministrazione che sa ascoltare, ci sembra un amministrazione che fruisce di progetti ed idee altrui per farle proprie. Più che un amministrazione che sa e vuole discutere ci sembra un amministrazione che si limita ad imporre le sue non scelte.

Gli esempi di Non ascolto sono tanti, solo a titolo esemplificativo:
-Al momento, nonostante precisi impegni presi, inascoltate circa 30.000 persone sul Parco della Pertite
-La Commissione n. 4, quella dello Sviluppo Economico, che vista l’attuale situazione doveva essere quella più attiva, propositiva e portatrice di discussione costruttiva, è stata quella che si è riunita di meno.

E’ finito il tempo delle parole, compatibilmente alle risorse disponibili, è il momento dei fatti. Ma l’unico fatto evidente che sottolineiamo è una lamentela generalizzata, che porta al rinvio del Bilancio Comunale. Scarsa attenzione a occasioni economiche-turistiche uniche, da più parti sottolineate, come Expo 2015, all’adunata nazionale Alpini, ed al Centro Storico (per non parlare del resto della Città) dove la Cabina di Regia discute al proprio interno. Ricordiamo i programmi dei primi cento giorni, dei primi sei mesi, ma dopo nove mesi la nostra amministrazione ha realizzato poco o nulla………..

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.