Quantcast

Il sindaco Dosi e l’apologo del vecchio, il bambino e l’asino

Mestiere complicato quello del sindaco. Paolo Dosi a otto mesi dalla sua elezione fa i conti ogni giorno con le critiche, i suggerimenti, gli stimoli che gli piovono addosso da un po’ tutte le parti. 

Più informazioni su

Mestiere complicato quello del sindaco. Paolo Dosi a otto mesi dalla sua elezione fa i conti ogni giorno con le critiche, i suggerimenti, gli stimoli che gli piovono addosso da un po’ tutte le parti. Il primo cittadino di Piacenza, quanto mai sobrio nel rapporto con i mezzi di comunicazione, ha deciso di affidare al suo profilo Facebook una riflessione che investe tutti coloro che hanno qualcosa da ridire sulla sua amministrazione e sul suo modo di affrontare la sfida del governo di Piacenza. Una riflessione in forma di apologo che riproduciamo qui sotto esattamente come è comparso sul web. 

A memoria, l’apologo press’a poco dice così:

Un vecchio e un bambino dovevano trasferirsi da un paese all’altro con il proprio asino. Alla partenza il vecchio carica il bambino sulla groppa dell’asino e si mette in marcia. Ma lungo il cammino la gente commenta: “ma guardate com’é egoista quel bambino! In salute e pieno di energia, si fá portare da quel povero vecchio!”. Allora il vecchio sale sull’asino e il bambino li conduce a piedi. Ma la gente dice: “povero bambino. Costretto ad andare a piedi per colpa di quel vecchio insensibile!”. E quindi il vecchio e il bambino salgono entrambi sull’asino, ma si sentono rivolgere parole di biasimo:”povero asino! Costretto a portare il peso di due persone perché nessuno vuol fare la fatica di andare a piedi”. A questo punto il vecchio e il bambino decidono di andare entrambi a piedi, e la gente commenta:”che stupidi quei due! Hanno un asino a disposizione e vanno entrambi a piedi!”.
Morale: qualsiasi cosa faccia, da qualunque parte la giri, sentirai sempre piu forte la voce di chi ti critica. Ed é una sensazione che avverto spesso al termine delle mie giornate. A questo punto, delle due l’una: o dai retta a tutte le critiche che arrivano e sviluppi un marcato senso di colpa, oppure diventi impermeabile e cerchi di scegliere la soluzione che ritieni migliore alle circostanze date, assumendoti la responsabilità delle conseguenze.
Delle due, meglio la seconda.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.