Quantcast

La protesta di una lettrice: “Per 2 minuti di ritardo non ho votato”

Rientrata da Barcellona è arrivata al seggio alle 15.02 e non ha potuto votare. Nella lettera, inviata alla nostra redazione, tutto il suo sconforto

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo la testimonianza di una lettrice

Ho anticipato il mio rientro da Barcellona per votare. Ho vissuto questa giornata in preparazione al voto e ho peccato di presunzione nel mio “disordine”. Prima di uscire sbircio sulla tessera elettorale e vedo l’indirizzo errato. Mi crolla il mondo addosso e mi accorgo che è la tessera è errata e che non mi permetterebbe al voto.

Corro a prendere la bici…proprio oggi sono senza auto!!!!…. Anche se la bici è alta perché non mia ,salgo … dondolo ..e rischio di cadere, ma ho pedalato come una pazza continuando a maledirmi per non essere una sportiva … partita da casa alle 14.35 arrivata in comune per la tessera alle 14.45. Chiedo ad un addetto di avere la tessera spiegandogli quanti imprevisti ho vissuto per riuscire a votare. In 5 minuti mi creano la tessera e superano l’imprevisto della stampante che si blocca. Sulla porta mi incitano con “Corri che ce la fai !”.

Ore 14.50, felice di aver trovato comprensione nell’Ufficio elettorale di Piacenza, come Forrest Gump mi precipito sulla bici e continuo a pedalare verso la mia Circoscrizione . Salgo le scale e sono, dal mio orologio, le 15. Mi consegnano un documento per arrivare al mio seggio e corro alla porta. Tutti gli scrutatori sono intorno alla presidentessa , mi guardano e io li prego di farmi votare.

Spiego loro che arrivavo da lontano, che ho dovuto rifare la tessera e che ho fatto di tutto per arrivare al voto. Erano solo le 15.02 ed è vero che il termine era alle 15, ma in QUESTO PAESE DOVE LA MAGGIOR PARTE DEGL’ITALIANI VUOLE EMIGRARE perché NON HA Più IL CUORE IN QUESTA TERRA, E DOVE LA MOLTI HANNO DECISO DI NON VOTARE, MI VERGOGNO DI UNA PRESIDENTE DI SEGGIO CHE PER 2 MINUTI NON PERMETTE LA VOTAZIONE. SONO STATA PRESIDENTESSA DI SEGGIO PER ANNI E SEBBENE CI SIANO REGOLE E RESPONSABILITA’ , IL RUOLO DEL PRESIDENTE DI SEGGIO DEVE ESSERE MOTIVATO DAL BUON SENSO E DAL RISPETTO DEL DIRITTO AL VOTO.

Al rifiuto, invece di reagire con aggressività e insistenza, ho provato una sensazione di sconforto e abbandono.

Non mi è mai capitato ma sono scoppiata a piangere e mi sono rifugiata nel bagno. Le forze dell’ordine sono state molto cortesi, e hanno avuto compassione per questa ragazza in bicicletta, col moccolo al naso e la scheda elettorale intonsa.

Davanti ad un popolo che ha scelto di NON VOTARE, c’è la mi testimonianza nel sentirmi dire : “NO. NON PUO’ VOTARE E’ SUONATA LA CAMPANELLA “.

Ma siamo a scuola? Non era un compito in classe o una prova di matematica.

Questa presidente di seggio, a mio parere, RAPPRESENTA L’ITALIA VECCHIA E CONSERVATRICE CHE HA PORTATO IL MIO PAESE A VIVACCHIARE E AD ASPETTARE CHE LE COSE CAMBINO SENZA UTILIZZARE LA PASSIONE E LA COMPASSIONE PER CONDIVIDERE OBBIETTIVI COSTRUTTIVI.

IO VOGLIO VIVERE IN UNA ITALIA DIFFERENTE.

Dopo essermi vergognata delle mie guance rosse e delle lacrime che continuavano ad uscire, sono uscita tutta curva dalla Scuola Anna Frank salutando la gentile vigilessa che mi ha permesso di rinfrescarmi e ricompormi.

E’ lì che ho VISTO UN’ITALIA DIFFERENTE CHE VOGLIO SIA LA MIA : un rappresentante della Guardia di Finanza si è avvicinato lentamente e mi ha stretto la mano e mi ha ricordato che LE COSE STANNO CAMBIANDO COMUNQUE, CHE C’è BISOGNO DI ENTUSIASMO E DI GIOVANI E CHE CREDONO NEI DIRITTI.

GRAZIE COMUNE DI PIACENZA E’ COSì CHE SI LAVORA PER I DIRITTI DEL CITTADINO. GRAZIE VIGILI URBANI E’ COSì CHE SI PROTEGGETE IL CITTADINO.

GRAZIE GUARDIA DI FINANZA E’ COSì CHE SI PARLA A UNA PERSONA FERITA, RICORDANDOLE CHE L’ORGOGLIO DI UN PAESE è UN VALORE.

GRAZIE PRESIDENTESSA DI SEGGIO DI PIACENZA : IO SONO DI PIACENZA , NON HO PARENTI POLITICI , E QUANDO HO RAPPRESENTATO UN SERVIZIO AL CITTADINO L’HO FATTO NEL RISPETTO DELLE REGOLE DEL CODICE CIVILE E DEL BUON SENSO. IN CUOR SUO, LEI PUO’ DIRE LE STESSE COSE?

Lucia Pradelli

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.