M5S “Nostre mozioni sempre bocciate, senza dovuta attenzione”

Comunicato stampa dei consiglieri M5S a Piacenza

Più informazioni su

Comunicato stampa M5S Piacenza 

Siamo in consiglio comunale da ormai 7 mesi e in questo tempo abbiamo cercato di portare all’attenzione del consiglio tanti temi, alcuni di stretta attualità, in modo concreto, dettagliato e aspettandoci dal consiglio attenzione e studio delle mozioni presentate, forse con troppa ingenuità. La nostra mozione presentata nell’ultimo consiglio comunale, ad esempio, che impegnava la giunta a collaborare con le associazioni dei consumatori è stata bocciata per l’ennesima volta in modo bipartisan, sostenendo la non competenza del Comune. Abbiamo però il sospetto che né la maggioranza dei consiglieri né l’assessore Tarasconi abbiano letto con la dovuta attenzione il dispositivo presentato.
 
L’assessore ha infatti risposto in modo incoerente facendo riferimento a richiesta di ripristino dell’osservatorio prezzi da noi neppure accennata. I consiglieri invece non hanno ritenuto pertinenti le nostre proposte di collaborazione con le associazioni dei consumatori anche se non avrebbero  comportato alcun impegno di spesa. Le nostre richieste costituivano proposte di buon senso volte a sostenere il lavoro delle associazioni dei consumatori sul territorio non con un contributo economico, ma aiutandole nella mission informativa che da sempre le caratterizza, quella della tutela dei diritti del cittadino utente e consumatore di cui, crediamo, anche un’amministrazione comunale debba farsi carico. Ma a questo punto lo crediamo solo noi del movimento 5 stelle e i pochissimi consiglieri che hanno votato questa mozioni.
 
L’impegno prevedeva la possibilità di mettere in stretta comunicazione associazioni di consumatori con l’assessorato “competente” così come incentivare la collaborazione tra la polizia locale e quella statale nel processo di autorizzazione delle vendite porta a porta. I cittadini infatti subiscono spesso con un senso di disagio e diffidenza questo sistema di vendita.
Le associazioni di consumatori producono già opuscoli informativi che distribuiscono gratuitamente sui diversi temi antitruffa, compreso il codice del consumo; opuscoli a disposizione anche in forma digitale qualora l’amministrazione li richiedesse per intensificarne la divulgazione anche solo tramite il sito del Comune. Ma la nostra amministrazione si è limitata a dire ‘non è nostra competenza’. Non c’è dubbio: qui di competenza ne manca davvero!
 
Molte critiche sono venute per l’ennesimo richiamo al comportamento commerciale di Iren che, nel mese di novembre, tramite operatori autorizzati ha fatto visita nelle case piacentine senza rispettare il protocollo stipulato con le associazioni dei consumatori: tale protocollo garantirebbe la consapevolezza dell’utente al momento della stipula del contratto, ma abbiamo diverse testimonianze scritte che denunciano il contrario e ne forniremo copia al Sindaco e all’assessore. Già qualche mese fa abbiamo segnalato la scorrettezza di tale campagna di marketing, sottovalutata dal Sindaco nella sua gravità. Di fatto viene delegato al cittadino la funzione di autodifesa, ma molto grave è il fatto che tale metodologia venga perseguita da una partecipata dal Comune! A nulla sono valse le nostre segnalazioni: questa amministrazione è rimasta immobile, quindi complice, in barba alla competenza di tutela della sicurezza del cittadino.
Ci rammarichiamo anche del fatto che alcuni consiglieri hanno approfittato delle nostre segnalazioni per deridere il nostro operato, dichiarando che la realtà non è così preoccupante come noi la descriviamo, nonostante quotidianamente escano notizie di cittadini, soprattutto anziani, truffati nelle loro stesse case!
 
Purtroppo si verificano continui e gravi disagi, quindi ci domandiamo: ma questa classe politica chi rappresenta? Certo non i comuni cittadini!
 
I consiglieri comunali del M5S

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.