Quantcast

Milestone: ai confini tra rock e blues con la Uncle oswald blues band

Al Milestone la Uncle oswald blues band, ritmi e suoni dagli anni ’60 e ’70

Più informazioni su

Ancora blues a volontà con la Uncle Oswald Blues Band al Milestone di via Emilia parmense, domani sera a partire dalle 22.30. Marco Croce alla voce, Beppe Lombardo alla chitarra, Gigi “Boz” Sgargi al basso elettrico e Alex Verzella alla batteria saranno sul palco del locale piacentino.

Hanno avuto la fortuna di vivere dall’interno i davvero mitici anni Sessanta e Settanta, suonando con musicisti e gruppi importanti che li hanno forgiati a veri professionisti. Oggi, dopo tanti anni, si sono ritrovati e, divertendosi e sperando di far divertire, suonano cover di musicisti come Frank Zappa, John Mayer, Gary Moore, Grand Funk, Santana, B.B King, Ray Charles e tantissimi altri. Al loro attivo hanno un CD e un altro in fase di registrazione.

Nel 2010 Beppe Lombardo e Alex Verzella, che si conoscono da 30 anni, decidono di mettere in piedi la Uncle Oswald, con l’obiettivo di fare del rock blues di qualità, ma ispirandosi a fonti musicali diverse dal solito. Con Marco Croce, bluesman da una vita, nel ruolo di vocalist e Luigi Sgargi “Boz” al basso elettrico, Beppe e Alex si dedicano alla musica di artisti straordinari, alcuni quasi dimenticati ma fondamentali.

Beppe Lombardo è un musicista raffinato, che suona dal 1976 con le migliori band ed ha collaborato a produzioni discografiche con artisti internazionali, come i finlandesi Lea Leaven e Arto Martiskainen e lo spagnolo Josè Barrios. Ha inoltre firmato la colonna sonora dell’Aquafan nel ’91 con Radio Dj e ha registrato due brani nella colonna sonora del film Abissinia.

“Boz” – Luigi Sgargi – è diplomato in contrabbasso al Conservatorio di Piacenza e ha suonato con band come La Genesi, Three of Four, Ultrasuoni. Marco Croce è il fondatore della mitica band degli anni ’70 “L’Opera”, uno dei migliori gruppi pop rock della scena piacentina. Alex Verzella è un vero professionista della batteria che vanta esperienze con diversi nomi importanti della musica rock e blues.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.