Scandalo Mps: il sit-in della Lega. Pisani: “Tornare all’economia reale” foto

“Basta economia creativa, tornate all’economia reale”. E’ lo slogan che una trentina di eletti e militanti della Lega Nord ha portato questa mattina in giro per la città, in un corteo partito dalla filiale di piazza Cittadella della Banca Monte dei Paschi di Siena

Più informazioni su

“Basta economia creativa, tornate all’economia reale”. E’ lo slogan che una trentina di eletti e militanti della Lega Nord ha portato questa mattina in giro per la città, in un corteo partito dalla filiale di piazza Cittadella della Banca Monte dei Paschi di Siena e arrivato, per le vie Cittadella e Cavour, sotto palazzo Mercanti. Il Carroccio ha inoltre ‘fatto il verso’ a Pier Luigi Bersani, esibendo uno striscione con la scritta: “Chi ha sbranato la MPS?”, chiaro riferimento alle recenti parole del segretario nazionale del Partito democratico, che ha minacciato di sbranare chi avesse accostato scandali e ruberie del Monte Paschi Siena al Pd.

“Vogliamo stimolare l’opinione pubblica a interrogare la politica sulle responsabilità nella vicenda Monte dei Paschi – ha detto il segretario provinciale della Lega Nord Pietro Pisani, questa mattina alla testa del corteo –. La Banca Mps dipendeva dall’omonima Fondazione, in cui 14 consiglieri su 16 erano nominati dal centrosinistra, che oggi non può chiamarsi fuori, ma è tenuto a dare risposte e a fare chiarezza. La vicenda MPS è il drammatico segno del pericoloso intreccio tra banche e politica. Una ‘collusione’ dannosa e carica di rischi, che la dice lunga sulla capacità di questa politica di gestire l’economia”. Dalla prima mattinata i militanti del Carroccio hanno allestito un banchetto in piazza Cavalli, sotto i portici dell’Ina. In distribuzione gadget e volantini con il motto di questa campagna elettorale: “Con la Lega si può”.  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.