Quantcast

Travolta e uccisa a Borgotrebbia. Individuato l’investitore FOTO foto

E’ stato individuato il conducente della vettura che ieri sera ha travolto e ucciso Saada Bachra. A presentarsi al comando dei Vigili Urbani di Piacenza il figlio di un signore residente a Camposanto Vecchio

AGGIORNAMENTO ore 11,30 – E’ stato individuato il conducente della vettura che ieri sera ha travolto e ucciso Saada Bachra. A presentarsi al comando dei Vigili Urbani di Piacenza il figlio di un signore residente a Camposanto Vecchio che avrebbe trovato il padre in stato di choc. Anche la vettura, una Fiat Panda (nella foto) intestata al figlio, corrisponde alla descrizione fornita dai testimoni ed avrebbe ammaccature compatibili con l’incidente.

A BREVE AGGIORNAMENTI

AGGIORNAMENTO ore 10 e 30 – Si stringe il cerchio attorno all’automobilista che ieri sera ha travolto e ucciso una donna a Borgotrebbia a Piacenza. La Polizia Municipale sta al momento vagliando le posizioni di alcune persone e visionando alcuni filmati di telecamere di videosorveglianza che potrebbero essere utili per risalire al responsabile dell’incidente mortale. Dal comando di via Rogerio trapela ottimismo e nelle prossime ore potrebbe esserci la svolta. 

“UNA BRAVA PERSONA” – Saada Bachra è stata investita e uccisa a poche decine di metri dalla sua abitazione di via del Poligono. Viveva a Borgotrebbia da un paio d’anni e dopo la recente scomparsa del marito viveva da sola. I vicini dicono che era una persona molto educata e benvoluta da tutti. Sul luogo dell’incidente, proprio all’altezza della fermata del bus, qualcuno (nella foto) ha portato un mazzo di fiori.

L’’INCIDENTE – Travolta e uccisa da un’auto che ha proseguito la sua corsa senza fermarsi. Vittima una donna di origine marocchina di 56 anni, investita poco prima delle 19 in via Trebbia a Piacenza, nelle vicinanze del maneggio, in un tratto già più volte in passato segnalato per la pericolosità. Da una prima ricostruzione pare che la donna stesse camminando sul ciglio della strada quando improvvisamente è stata falciata da una vettura, una Fiat Panda di colore grigio, poi fuggita senza lasciare tracce.

Soccorsa dalle ambulanze del 118, la vittima è stata condotta in ospedale dove è giunta in condizioni disperate. Nonostante i tentativi dei medici di salvarla, per lei non c’è stato nulla da fare. Sul posto anche gli agenti della polizia municipale, che hanno subito avviato i primi accertamenti ascoltando alcuni testimoni presenti sulla scena. Sarebbero già emersi elementi significativi: dal comando di via Rogerio arriva l’invito rivolto al responsabile a presentarsi spontaneamente per evitare di aggravare ulteriormente la sua posizione. Rischia infatti l’arresto.

La lettera di un residente a Borgotrebbia: “Illuminazione scarsa in quel tratto di strada”

E’ gravissimo quello che è successo stasera la signora che ha perso la vita era un’emigrata qui da molti anni, una brava persona: la conoscevamo io e Laura era molto affezionata ad Anna Laura.
Io pero’ su quel pezzo di strada ho molto da dire. In quel pezzo c’è scarsissima illuminazione, non ci sono marciapiedi, la signora si è spostata da ciglio perchè li c’è il paletto della fermata che ti costringe ad andare ancora di piu’ al centro della strada, sull’altro lato ci sono sempre auto parcheggiate per cui per circa cento metri si cammina sulla strada. In più passano i camion, è veramente rimarchevole che fin da Vaciago esista il problema. Ma in questa città a nessuno frega niente. (Paolo Maurizio Bottigelli)

Riqualificazione dell’area, un mese fa i consiglieri Piroli e Fiazza (Pd) presentarono un’interrogazione

Un’interrogazione per conoscere i tempi ed i modi di realizzazione dell’intervento di riqualificazione dell’area ex-maneggio che costituisce da sempre una priorità per gli abitanti del quartiere di Borgotrebbia i quali dovrebbero essere nuovamente coinvolti attraverso momenti di partecipazione. E’ il tema dell’interrogazione in comune a Piacenza presentata a fine gennaio dai consiglieri del Pd Giulia Piroli e Christian Fiazza: i due sottolineano come all’interno del piano di riqualificazione fosse compresa anche la sistemazione della viabilità nel tratto interessato dal tragico incidente. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.