Quantcast

Tutela legalità, firmato l’accordo tra Enel e Prefettura

Enel e Prefettura di Piacenza rafforzeranno la collaborazione attraverso azioni comuni di informazione e verifica per realizzare un favorevole contesto di sicurezza per il sano sviluppo economico del territorio

Più informazioni su

Prefettura e Enel in prima linea per combattere e prevenire il rischio di infiltrazioni della criminalità organizzata nelle operazioni e nelle attività dell’Azienda elettrica. Con questo obiettivo è stato sottoscritto oggi, presso il Palazzo del Governo, il protocollo territoriale tra la Prefettura ed Enel per la tutela della legalità nell’ambito dell’accordo quadro siglato a Roma tra il Ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri e l’Amministratore delegato di Enel Fulvio Conti. Il Protocollo territoriale rappresenta un esempio innovativo di collaborazione tra la Pubblica Amministrazione ed il settore privato per prevenire il rischio di potenziali infiltrazioni criminali nelle attività di Enel, coordinando operazioni condivise e mirate sul territorio piacentino.

Diversi sono i campi di applicazione dell’accordo che consentirà un più rapido ed incisivo intervento in caso di furti di materiali destinati alle infrastrutture elettriche e in particolare di cavi di rame, di attentati alla sicurezza degli impianti di produzione e di distribuzione di energia elettrica, di furti e frodi di energia elettrica, di frodi contrattuali nel processo di smaltimento dei rifiuti, di lavoro nero e della sicurezza dei lavoratori nei cantieri, di fenomeni di corruzione e concussione nel rilascio di atti amministrativi strumentali alla esecuzione di appalti.

Enel e Prefettura di Piacenza rafforzeranno la collaborazione attraverso azioni comuni di informazione e verifica per realizzare un favorevole contesto di sicurezza per il sano sviluppo economico del territorio. “L’adesione ai protocolli rappresenta un importante segnale di reazione alla criminalità – ha dichiarato il Prefetto di Piacenza Antonino Puglisi – che nasce dal bisogno di rafforzare, attraverso un rapporto più strutturato, la collaborazione con le istituzioni coinvolgendo in prima persona il settore privato”.

“Questo protocollo – ha aggiunto Domenico Vozza, Responsabile Security Enel – rafforza la collaborazione con la Prefettura e le Forze dell’Ordine sul territorio, con particolare attenzione agli aspetti della trasparenza, della correttezza e della legalità. L’attuazione di questo accordo consentirà di preservare gli investimenti sul territorio e, in particolare, lo scambio di informazioni costituirà una risorsa importante per aumentare le capacità di analisi a tutela di infrastrutture di grande importanza per la regione e per il sistema Paese”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.