Quantcast

60enne scomparso, ancora un giorno di ricerche senza esito

Anche domenica i vigili del fuoco di Fiorenzuola e Parma hanno lavorato per tutta la giornata, insieme a carabinieri, protezione civile e corpo forestale, con l'ausilio del nucleo sommozzatori da Bologna che ha scandagliato senza esito il fiume Po in particolare nella zona di Isola Giarola, dove il torrente Ongina sfocia nel Grande Fiume

Restano ancora senza esito, dopo tre giorni, le ricerche del 60enne scomparso da Cortemaggiore. Anche domenica i vigili del fuoco di Fiorenzuola e Parma, insieme a carabinieri, protezione civile e corpo forestale, hanno lavorato per tutta la giornata con l’ausilio del nucleo sommozzatori giunto da Bologna che ha scandagliato il fiume Po in particolare nella zona di Isola Giarola, dove il torrente Ongina sfocia nel Grande Fiume. 

Restano ormai pochi dubbi sul fatto che l’uomo abbia compiuto un gesto estremo; la sua auto lunedì era stata ritrovata in zona, sull’argine del fiume, ma del conducente nessuna traccia. Nella sua abitazione, dove viveva solo, è stato scoperto un biglietto con il quale il 60enne salutava i familiari. Lunedì mattina, se il tempo lo consentirà, i sommozzatori torneranno nuovamente sul posto per proseguire le ricerche.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.