Quantcast

A Fiorenzuola solo energia rinnovabile per gli edifici pubblici

Il cento per cento dell’energia elettrica utilizzata dal Comune di Fiorenzuola per alimentare edifici pubblici e pubblica illuminazione deriva da fonti rinnovabili, quindi idroelettrico, fotovoltaico, biomasse

Più informazioni su

Il cento per cento dell’energia elettrica utilizzata dal Comune di Fiorenzuola per alimentare edifici pubblici e pubblica illuminazione deriva da fonti rinnovabili, quindi idroelettrico, fotovoltaico, biomasse. Lo hanno annunciato il sindaco Giovanni Compiani, l’assessore all’Ambiente Sara Felloni, l’assessore ai Lavori pubblici Augusto Bottioni e Luigi Galantin, referente energetico del Comune di Fiorenzuola.

“Un obiettivo da evidenziare – ha spiegato il sindaco Compiani – frutto della nostra azione sempre attenta al rispetto dell’ambiente. Fin dal 2006 abbiamo aderito al Consorzio Energia Veneto, acquistando energie da fonti rinnovabili: tra il 2009 al 2012 il 100% dell’energie che abbiamo acquistato per alimentare il municipio, la sede della Polizia Municipale, le scuole, le palestre pubbliche è ottenuta da fonti rinnovabili. Per il 2012 abbiamo ricevuto l’attestato del Consorzio Energia Veneto, una certificazione per noi significativa, poiché in linea con le nostra politiche in chiave. Grazie a queste nostre scelte energetiche, dal 2006 fino a oggi abbiamo evitato di immettere nell’ambiente qualcosa come 1604,37 tonnellate di anidride carbonica”.

Un altro obiettivo è stato centrato con l’inizio del 2013: “Dal 1^ gennaio di quest’anni – ha aggiunto il sindaco Compiani – anche l’energia utilizzata per la pubblica illuminazione deriva da fonti rinnovabili. Nel frattempo il nostro personale, in particolare l’ingegner Galantin, ha frequentato un corso che gli ha consentito di ottenere la qualifica di referente per l’energia, quello che nelle aziende viene chiamato energy-manager. Ma la sfida per la tutela dell’ambiente prosegue: il prossimo obiettivo è quello di arrivare, attraverso i bandi europei, alla produzione di energia. Vorremmo arrivare a fare funzionare tutto l’impianto sportivo sud con un impianto ad energia alternativa”.

L’assessore Felloni ha evidenziato come il Comune di Fiorenzuola sia stato, in provincia di Piacenza, tra i primi a dotarsi di un assessorato all’Ambiente: “Siamo in una delle zone più inquinate d’Europa, per cui queste scelte in chiave energetica assumono un significato importante. Tutte lo nostre politiche sono legate al miglioramento della qualità dell’aria: la realizzazione del pedibus, gli inviti a lasciare a casa l’auto e alla mobilità sostenibile”.

Il miglioramento dell’efficienza dei punti luci pubblici (2mila e 600 proprietà comunale e 3mila e 700 di proprietà di Enel Sole che il Comune di Fiorenzuola intende riscattare) rappresenta un ulteriore obiettivo nella direzione del risparmio energetico: “Dal 2006 – ha osservato Luigi Galantin – abbiamo preso una direzione chiara e precisa: dall’inizio del 2013 abbiamo aggiunto 3 milioni di Kw/ora da fonti rinnovabili per il funzionamento della pubblica illuminazione. In futuro vorremmo anche rendere più efficiente il funzionamento dei punti luce, realizzare campagne nei confronti dei privati: bastano piccoli accorgimenti per migliorare l’efficienza energetica degli edifici privati. Basta, ad esempio, dotarsi una  caldaia a fiamma pilota e si risparmierebbero 250 euro all’anno”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.