Quantcast

A Piacenza si spegne l’insegna di Tuttolibri foto

Sulla porta di ingresso è ben visibile il cartello con la scritta "chiuso per lavori di ristrutturazione", ma non è un segreto che quella di Tuttolibri non sarà una chiusura temporanea. 

Più informazioni su

Sulla porta di ingresso è ben visibile il cartello con la scritta “chiuso per lavori di ristrutturazione”, ma non è un segreto che quella di Tuttolibri non sarà una chiusura temporanea. 

La mitica libreria piacentina, tra le più longeve della città e punto di riferimento per un’intera generazione che si appresta a compiere 40 anni, sembra proprio essere destinata ad andare ad ingrossare le fila dello Spoon River del commercio piacentino. Lo ha ben sottolineato, nelle scorse settimane, il presidente dell’Unione Commercianti di Piacenza, Alfredo Parietti, nel corso di un incontro con il prefetto Antonino Puglisi. In 9 mesi hanno spento le proprie insegne 400 negozi di Piacenza, alcuni dei quali veri e propri monumenti, luoghi storici della piacentinità, come Il Fulmine, e altre realtà appena sbocciate, ma che sembrano destinate a futuri prosperi, come la libreria per ragazzi Matilda. 

A queste realtà, purtroppo, sono destinate ad aggiungersene altre, come piccole botteghe dell’artigianato che se, di certo, non vendono beni primari per il nostro sostentamento, di certo fanno pensare come questa crisi tagli non solo risorse economiche al commercio, ma tolga ossigeno a ingegno, passione e creatività. Questo è quello che succede quando si è soffocati da tasse, bollette, affitti che diventano sempre più pesanti mese dopo mese, e ovviamente dalle scarse disponibilità di chi, per riuscire a far quadrare i conti famigliari, taglia drasticamente tutte le spese. 

Il nostro auspicio è che davvero quella di Tuttolibri sia davvero solo una pausa, una parentesi. Perché una città in cui si chiudono anche le libreria è davvero una città più triste. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.