Quantcast

Atletica, Boiardi primo nei 60 metri ai regionali indoor

Tempo di ultimi “botti” di inverno per la chiusura della stagione indoor per i giovanissimi dell’Atletica Piacenza. Questa volta a far parlare di se è il “figlio d’arte” Tommaso Boiardi, classe 2001, che al primo anno nella categoria Ragazzi è riuscito a sbaragliare l’intera concorrenza

Più informazioni su

Tempo di ultimi “botti” di inverno per la chiusura della stagione indoor per i giovanissimi dell’Atletica Piacenza. Questa volta a far parlare di se è il “figlio d’arte” Tommaso Boiardi (il padre Roberto è stato un ottimo quattrocentista negli anni ’80/90), classe 2001, che al primo anno nella categoria Ragazzi è riuscito a sbaragliare l’intera concorrenza nella gara sprint dei 60 metri ai campionati regionali individuali indoor.

Tommaso, allenato da Maria Cristina Bobbi, dopo aver vinto la propria batteria (correndo in 8”13), ed aver soprattutto battuto la tensione che lo attanagliava, in quella che era la sua prima gara terminata la categoria promozionale esordienti, si è presentato sui blocchi di partenza della finale con il miglior tempo. Dopo una partenza non velocissima dai blocchi però il giovane talento biancorosso allungava decisamente rispetto ai propri avversari, lasciando tra se e gli altri finalisti qualche metro, segno di una supremazia netta nonostante la giovanissima età. Alla fine il cronometro segnava 8”02, tempo che ha lasciato a bocca aperta molti dei presenti al palazzetto coperto di Modena.

Lo stesso Tommaso, senza aver avuto modo, in allenamento, di affinare la tecnica di salto, si è anche presentato sulla pedana del salto il lungo, dove è riuscito al termine dei tre salti ad ottenere la misura di 4,65 metri e la più che soddisfacente medaglia d’argento che ha così fatto il paio con l’oro dei 60 metri piani. Medaglia d’argento anche per lo “scricciolo” di casa biancorossa, Chiara Fagnoni; alla prima gara con la maglia del club del presidente Sverzellati, Chiara, seguita in allenamento da Angela Parrello, fin dalle batterie faceva capire di essere in lizza per una delle medaglie finali correndo tra le 5 barriere di ostacoli disposte lungo i 60 metri di gara in 10”09 ed aggiudicandosi l’accesso alla finale con il secondo tempo. In finale Chiara partendo dai blocchi con reattività e prontezza e superando senza incertezze gli ostacoli, piombava sul filo di lana in seconda posizione,battuta d’un soffio, con il cronometro bloccato a 9”83 (record personale).

La stessa Chiara nei 60 metri, questa volta senza ostacoli, per millesimi non è riuscita ad accaparrarsi la possibilità di disputare la finale e la conquista del titolo regionale, accontentandosi di disputare la finale “B” dove ha corso in 8”81. Oltre a i due citati atleti capaci di arrivare nelle prime tre posizioni, grandissima soddisfazione in casa biancorossa anche per la restante “truppa” di atleti impegnati in questi campionati regionali, che ha fatto segnare ottime prestazioni, a conferma della bontà del “lavoro” svolto dal binomio atleti/tecnici nel corso di questa stagione invernale.

Nei 60 metri con ostacoli della medagliata Chiara, le ragazze Carolina Brambati e Martina Venosta sono riuscite a conquistare una corsia nella finale “B”, con la conquista rispettivamente della settima (10”36) e della undicesima posizione finale (10”82). Carolina si è ben disimpegnata anche nei 60 metri piani, facendo segnare il tempo di 9”06, al pari di Anna Mainardi veloce in 9”09.

La stessa Anna ha poi gareggiato nella specialità del salto in lungo, dove ha lasciato la propria impronta a 3,96 metri, superata dalla compagna di squadra Martina Venosta, planata a 4,00 metri e ottava nella classifica finale di una competizione che ha visto ben settanta concorrenti impegnate alla ricerca del titolo.
Un posto tra i primi sei, e dunque premiato con i migliori, se l’è accaparrato Andrea Pedrazzini, che a sorpresa nel getto del peso, ha migliorato se stesso di oltre tre metri, scagliando la palla da 2kg a 11,33 metri e aggiudicandosi dunque la sesta posizione finale.

Nella stessa giornata, all’esterno, sul campo di gara adiacente al palazzetto coperto, si è svolta la seconda giornata del Grand Prix regionale di lanci dove le tre atlete di Roveleto di Cadeo (Simona Dallabona, Siria Giacalone e Marzia Zaffignani), tutte tesserate per la società dell’Atletica Piacenza, hanno conquistato ottime prestazioni nel lancio del disco, conquistando tutte un gradino del podio nella propria categoria.

Simona, categoria Allieve, ha conquistato la terza piazza con la misura di 25,00 metri, misura di poco inferiore alla miglior prestazione dell’atleta, confermando le ottime misure raggiunte in questa prima parte di stagione; nella categoria Cadette invece , rispettivamente seconda e terza posizione per Siria e per Marzia, con le misure di 21,55 metri e 16,78 metri.

E a conferma dell’impegno a 360° della società biancorossa, anche la corsa campestre ha visto i suoi protagonisti affrontare l’ultima delle tre prove in programma dei Campionati Regionali societari di corsa campestre; al termine della competizione, lungo il percorso che si snodava all’interno del bellissimo parco di Correggio (RE), sia la squadra Cadette che quella Cadetti hanno raggiunto la sesta posizione finale con le buone prestazioni di Anna Vullo (16°) e di Corrado Adamo (14°); miglior risultato individuale per la ragazza Martina Marchesi giunta al traguardo in dodicesima posizione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.