Quantcast

Bergonzi (Pd) “Referendum Provincia, Maloberti si dimetta”

Comunicato di Marco Bergonzi, capogruppo Pd in Provincia di Piacenza

Intervento di Marco Bergonzi, capogruppo Pd in Provincia di Piacenza, che risponde a Giampaolo Maloberti (Lega) sul tema del referendum per il passaggio in Lombardia

Tra ampolle con l’acqua del Dio Po, elmi con le corna e spadoni, siamo portati a non  fare neppure piu’ caso alle pagliacciate della Lega, ma quella del referendum per portare Piacenza in Lombardia, se possibile, le batte tutte: prima e’ stato indetto dalla Provincia per (a loro dire) far “pronunciare i Piacentini”.
Poi, una volta accettato dalla Cassazione e firmato dal Presidente Napolitano, il referendum e’ stato ritirato dagli stessi proponenti, prima che i Piacentini potessero esprimersi (improvvisamente non occorreva più che i cittadini si pronunciassero. Hanno detto: perché la Provincia era salva) e adesso, dopo 2 mesi  dal dietro front, la Lega ha la faccia tosta di riproporlo nuovamente, solo perché in Lombardia ha vinto Maroni? Ma la Lega, con Maloberti in testa, non ha un minimo senso del pudore?
Io ho sempre sostenuto che, qualora Piacenza non avesse potuto rimanere autonoma, la scelta piu’ opportuna sarebbe stata Piacenza-Parma; a Maloberti, che mi accusa di indecisione perché avrei, secondo lui, prima avversato e poi sostenuto la cosiddetta “Provincia del gusto” (che significa, e’ bene ricordarlo:  Piacenza, Parma, Reggio e Modena,) lancio una sfida: trovi una mia dichiarazione a sostegno di quanto afferma o si dimetta.
Si dimetta almeno perché dice il falso, visto che non ha il buon gusto di farlo in quanto gia’ condannato per la scandalosa vicenda delle quote latte, che ha causato un gravissimo danno agli allevatori onesti e costa a tutti noi l’iperbolica cifra di oltre 4 miliardi ( sì miliardi, non milioni) di euro.
La smetta di prendere in giro i cittadini e, se non sente l’esigenza di dimettersi, abbia quantomeno il buon senso di essere meno arrogante e parlare un po’ meno a sproposito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.