Quantcast

Challenge, Copra Elior in Russia per la finale di andata (ore 14)

Mercoledì alle ore 14 italiane. I piacentini sono attesi dalla formazione Ural Ufa, allenata dall’italiano Angiolino Frigoni e che può contare su un’altra forte conoscenza del Campionato italiano, lo schiacciatore brasiliano Leandro Vissotto, lo scorso anno a Cuneo

Più informazioni su

È tutto pronto in casa Copra Elior Piacenza: i biancorossi sono partiti nella giornata di ieri alla volta di Ufa, capitale della Repubblica di Baschiria in Russia, città situata nell’Europa orientale vicino al confine terrestre con l’Asia, a un centinaio di chilometri dalla cresta principale dei monti Urali. I piacentini sono attesi dalla formazione locale Ural Ufa, allenata dall’italiano Angiolino Frigoni e che può contare su un’altra forte conoscenza del Campionato italiano, lo schiacciatore brasiliano Leandro Vissotto, lo scorso anno in forza alla Bre Banca Lannutti Cuneo, già ex Itas Diatec Trentino (dal 2008 al 2010) e prima ancora in vista tra le fila della Prisma Taranto e della Maggiora Latina, nel suo debutto italiano nel 2006.

Se intatto è stato sin qui il cammino della formazione italiana guidata da Luca Monti (10 vittorie su 10 partite giocate tutte conquistate 3-0), abbastanza netto è stato anche il percorso dei russi, con 9 partite vinte su 10 (sei per 3-0, due per 3-1, ed una gara vinta al tie break) ed una sola sconfitta registrata al quinto set nella gara di ritorno delle Semifinali contro il Delecta Bydgoszc (POL), prontamente recuperata grazie alla vittoria nel successivo Golden Set che ha lanciato Frigoni ed i suoi all’atto finale della manifestazione. Mercoledì 20 marzo di scena la gara di andata di Finale allo “Salawat Yulaev” di Ufa alle ore 14 italiane (fuso orario russo a + 5). Domenica 24 marzo alle ore 18.00, invece, in programma la sfida di ritorno al PalaBanca di Piacenza che per la prima volta sarà teatro di una gara decisiva per l’assegnazione di un trofeo europeo.


Davide Marra (libero Copra Elior Piacenza)
: “Siamo pronti. Abbiamo avuto il tempo per lavorare bene in palestra e non solo per preparare nel migliore dei modi questa Finale. Sappiamo che non sarà facile perché l’Ural Ufa di Frigoni è un’ottima squadra, con giocatori di grande importanza come Vissotto. Andiamo in Russia con il massimo della preparazione, non avendo lasciato nulla al caso: ci siamo allenati in questo periodo tenendo conto del fuso orario che andremo ad affrontare in questa lunga trasferta russa. Personalmente poi sono abbastanza tranquillo, ma allo stesso tempo molto carico e determinato ad affrontare l’atto finale di una competizione europea”.

Guido Molinaroli (Presidente Copra Elior Piacenza): “In undici stagioni di volley ad alto livello questa, tra manifestazioni italiane e europee, è l’undicesima Finale che disputiamo. La novità di questa competizione targata 2012/2013 è che la città di Piacenza ospiterà per la prima volta una gara decisiva per l’assegnazione di un trofeo continentale. Sono contento e orgoglioso di questa squadra che probabilmente è la formazione, sulla carta e sul campo, più forte che ho visto in azione da quando sono Presidente. Siamo stati bravi e anche fortunati in questo percorso di Challenge Cup. Contro l’Ufa sarà un vero e proprio scontro: oltre ad avere davanti una squadra forte dovremo confrontarci con avversari di altezza compresa fra i 2.11 e i 2.17. Questa Finale è una grande opportunità per tutta Piacenza”.

Hristo Zlatanov (capitano Copra Elior Piacenza): “In tutti questi anni non abbiamo mai avuto la possibilità di giocarci un trofeo di fronte ai nostri tifosi, al nostro pubblico. Sfumata, in passato, la possibilità di vincere lo Scudetto in casa contro Trento per poi conquistarlo in trasferta, questa sarà la prima e vera occasione per festeggiare insieme ai nostri tifosi. Teniamo molto a questa manifestazione. Ci abbiamo sempre creduto, sia come squadra che come singoli. Io credo in questo progetto da qualche anno in più rispetto ai miei compagni, ma questo perché la mia presenza a Piacenza è di lunga data. Siamo onorati e orgogliosi di poterci giocare la Finale in casa: scendere in campo davanti al nostro pubblico è un piacere e spero lo sia anche per il pubblico presente. L’Ufa è un po’ paragonabile a Trento. In Russia nel loro girone stanno giocando veramente bene, anche grazie a una panchina lunga che mette a disposizione di Frigoni delle seconde linee valide e vincenti. Il nostro obiettivo e arrivare alle due Finali nelle migliori condizioni per giocarcela fino all’ultimo pallone, già da parecchie settimane stiamo lavorando duro per presentarci all’appuntamento nella migliore forma possibile”.

2013 Challenge Cup
Andata Finale
Mercoledì 20 marzo 2013, ore 14.00 (italiane)
Ural Ufa (RUS) – Copra Elior Piacenza (ITA)
(Bozkurt-Isajlovic)

Ritorno Finale
Domenica 24 marzo 2013, ore 18.00
Copra Elior Piacenza (ITA) – Ural Ufa (RUS)
(Barnstorf-Grieder)

ALBO D’ORO CHALLENGE CUP
Nel 2007 la Challenge Cup nasce come terza coppa europea (in precedenza la terza coppa per importanza era la Coppa CEV)
2007/08 Cimone Modena
2008/09 Arkas Izmir (TUR)
2009/10 RPA-LuigiBacchi.it Perugia
2010/11 Lube Banca Marche Macerata
2011/12 Tytan Azs Czestochowa (POL)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.