Quantcast

Domani a Piacenza il primo convegno giuridico fiscale

L’incontro si terrà domani, sabato 9 marzo 2013 presso la Sala Convegni Veggioletta della Banca di Piacenza in via I maggio 37 a Piacenza e sarà guidato dall’Avvocato Guido Martinelli, uno degli esperti più rinomati a livello nazionale per le competenze in materia giuridico sportiva

Più informazioni su

Il Comitato Provinciale A.I.C.S di Piacenza, in collaborazione con il Comitato Regionale AICS dell’Emilia Romagna, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Piacenza, ed il contributo di Banca di Piacenza, ha organizzato il primo Convegno Giuridico Fiscale, aperto a tutte le società del territorio su una delle tematiche più calde nel rapporto tra l’associazionismo e l’Agenzia delle entrate: “La gestione dell’Associazione: verifiche fiscali. Le contestazioni dell’Agenzia delle Entrate e dell’Ispettorato del Lavoro a carico delle Associazioni e delle società sportive”.

L’incontro si terrà domani, sabato 9 marzo 2013 presso la Sala Convegni Veggioletta della Banca di Piacenza in via I maggio 37 a Piacenza e sarà guidato dall’Avvocato Guido Martinelli, uno degli esperti più rinomati a livello nazionale per le competenze in materia giuridico sportiva. Il Convegno verterà principalmente sulle verifiche che l’Agenzia delle Entrate sta svolgendo a carico delle Associazioni (a.s.d., no profit, onlus, proloco, ecc) e sui controlli relativi ai collaboratori associati che operano all’interno dell’ente a cura dell’Ispettorato del Lavoro, nonché sulle relative eccezioni sollevate dai rispettivi organi di controllo.

Il momento di incontro, del tutto gratuito, inizierà alle 9,00 e terminerà alle 13,00 con un piccolo intervallo. In considerazione della capienza della Sala Convegni (solo 130 posti) è obbligatoria una iscrizione che può avvenire anche on line scaricando il modulo dal sito www.aicspiacenza.it oppure www.aicsemiliaromagna.it da inviarsi, compilato in ogni parte alla casella di posta elettronica: dancing.aics@gmail.com.

La lente del fisco si rivolge verso le associazioni onlus, le associazioni sportive dilettantistiche e quelle senza scopo di lucro. Obiettivo stanare chi abusa dei vantaggi fiscali che la legge riconosce a questa tipologia di associazioni. Anche nel settore del no profit l’agenzia delle entrate ha affinato le armi, visto che insieme ai dati desunti dalle scritture contabili e dalla camera di commercio anche le comunicazioni fatte al database Eas forniscono ulteriori elementi ai fini fiscali e non. Pertanto anche quest’anno, come nel 2011, l’agenzia si prepara ad inserire gli enti no profit all’interno del piano dei controlli. Nel 2011 le verifiche sono state concentrate verso le associazioni iscritte nei registri regionali o provinciali, cooperative, associazioni che operano in campo agricolo, agriturismi.

L’esperienza pregressa ha permesso di individuare diversi tipi di fattispecie di pratiche evasive. Come le associazioni create con il solo fine di organizzare eventi e spettacoli o gli enti che, a dispetto della democraticità prevista, accentrano in poche mani la gestione del circolo.  Per ulteriori informazioni è possibile contattare la casella di posta elettronica oppure rivolgersi direttamente a: A.I.C.S. PIACENZA Via Vignola, 24 tel. 3487757200 oppure 3935667679.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.