Quantcast

Elezione presidente Fondazione, Giglio e i suoi sostenitori non entrano foto

Non è ancora iniziata la riunione del nuovo consiglio della Fondazione. Al momento in via Sant’Eufemia sono presenti solo 13 dei 25 consiglieri. Tra gli assenti uno dei contendenti al posto di presidente, Sergio Giglio, e i suoi sostenitori. 

Aggiornamento ore 10 e 50 – Non è ancora iniziata la riunione del nuovo consiglio della Fondazione di Piacenza e Vigevano. Al momento in via Sant’Eufemia sono presenti solo 13 dei 25 consiglieri. Tra gli assenti uno dei due candidati al posto di presidente, Sergio Giglio, e i consiglieri che lo sostengono. A quanto pare Giglio avrebbe detto “Se vogliono il presidente, se lo eleggano da soli”. L’altro contendente, Francesco Scaravaggi, potrebbe quindi avere strada “spianata”, qualora i 13 consiglieri presenti (la maggioranza del consiglio) decidessero di proseguire ugualmente con la votazione, nonostante un’assemblea decimata.

E’ convocato per stamattina il consiglio generale della Fondazione di Piacenza e Vigevano. Al centro dell’appuntamento l’elezione del nuovo presidente che succederà dopo due mandati consecutivi a Giacomo Marazzi. Sul tavolo ci sono le candidature di Sergio Giglio e Francesco Scaravaggi: due visioni non proprio coincidenti quelle dei due candidati, intervistati nella puntata di Don Chisciotte del 22 febbraio scorso QUI LA PUNTATA  (in fondo alla pagina cliccando su Don Chisciotte compaiono le foto di tutte le puntate sinora realizzate, basta cliccare sulla foto singola per far partire il video).  

Nei giorni scorsi il nuovo consiglio generale della Fondazione si è completato con la cooptazione degli ultimi tre componenti mancanti: ad essere designati sono stati il fisico piacentino Lucio Rossi, l’artista Giorgio Milani e da Vigevano Caterina Cornalba, dirigente scolastica.

Fondazione, poteva esserci un terzo nome

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.