Quantcast

Esordio sfortunato per Milano nell’Ultimate Warrior Challenge

L'atleta piacentino maestro della Yama Arashi e al suo esordio in un circuito internazionale di mixed martial arts nella ventiduesima edizione dell’Ultimate Warrior Challenge,si è dovuto arrendere ad una tecnica di soffocamento portata dall'avversario

Esordio sfortunato per Andrea Milano in terra britannica: l’atleta piacentino, al suo esordio in un circuito internazionale di mixed martial arts nella ventiduesima edizione dell’Ultimate Warrior Challenge, si è dovuto arrendere ad una tecnica di soffocamento portata dall’avversario. Lo stop dell’arbitro è giunto a metà della seconda ripresa di un match non particolarmente spettacolare, combattuto quasi per intero al tappeto che ha visto Milano, insegnante alla Yama Arashi di Piacenza, liberarsi diverse volte dai tentativi di finalizzazione dell’avversario. Esperienza estera comunque positiva per l’atleta del Clan Italica che avrà modo di rifarsi nei prossimi impegni all’interno della gabbia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.