Quantcast

Fumata “nera” per il vertice Trespidi – Pisani sulla nuova Giunta. “Venerdì nuovo incontro”

Fumata "nera" per il vertice Trespidi - Pisani sulla composizione della nuova Giunta della provincia di Piacenza, dopo l’addio dell’assessore all’agricoltura Filippo Pozzi, in partenza per Bruxelles all’Ue. 

Fumata “nera” per il vertice Trespidi – Pisani sulla composizione della nuova Giunta della provincia di Piacenza, dopo l’addio dell’assessore all’agricoltura Filippo Pozzi, in partenza per Bruxelles all’Ue.  Il presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi e il segretario provinciale della Lega Nord Pietro Pisani si sono incontrati per discutere di possibili rimpasti nell’esecutivo, visto che Pozzi era, appunto, in quota Carroccio. “E’ stato un incontro interlocutorio – spiega Massimo Trespidi – durante il quale non è stata presa nessuna decisione. il dialogo è stato molto sereno, e posso dire che la richiesta avanzata da Fratelli d’italia, ossia di non nominare un nuovo assessore ma di riassegnare le deleghe, è una di quelle prese in considerazione. Ci incontreremo di nuovo venerdì, è nostra intenzione chiudere velocemente la questione”. 

Sul fronte della richiesta avanzata da Fratelli d’Italia il segretario della Lega, Pisani, risponde in modo molto chiaro. “Per noi gli assessori sono persone che lavorano – spiega – e quindi non capisco perché non sostituire uno come Pozzi, che si è speso molto, con una persona altrettanto capace. Se Fratelli d’Italia o il Pdl vogliono dare un segnale, rinuncino ad uno dei loro assessori. Mi sembra una richiesta fatta appositamente per cercare di imbrogliare l’elettorato poco avveduto”. 

Fratelli d’Italia “Ridistribuire le deleghe di Pozzi in Provincia. No a nuovi assessori”


Confagricoltura: “Grazie a Pozzi, si è speso per l’agricoltura piacentina”

“Salutiamo un Assessore che ha lavorato per il bene del comparto agroalimentare piacentino portando ottimi risultati”. Questo il primo commento di Enrico Chiesa, Presidente di Confagricoltura Piacenza, alla notizia del nuovo incarico europeo per Filippo Pozzi, ancora per pochi giorni Assessore all’Agricoltura della Provincia di Piacenza. “Abbiamo appreso del nuovo incarico – prosegue Chiesa – speriamo gli sia foriero di soddisfazioni. A lui dobbiamo un sincero augurio per il suo futuro ed un grazie per come ha lavorato in questi tre anni confermandosi punto di riferimento positivo e super partes per l’agricoltura piacentina. Ricordiamo che non ha avuto timore di spendersi anche in alcune battaglie scomode come quella sul DMV ed ha dimostrato di aver a cuore l’agricoltura e il nostro territorio. E’ grazie alla sua azione politica, supportata dal buon apparato tecnico, che la nostra Provincia è prima in Emilia per capacità di spesa, avendo allocato positivamente le risorse stanziate per il Piano di Sviluppo Rurale. Questo primato, con il previsto meccanismo di premialità per le Province virtuose, porterà sul nostro territorio ulteriori risorse, fondamentali  per le imprese in questo momento di crisi e di stretta creditizia”.

Il suo ruolo politico – sottolinea Confagricoltura Piacenza – è stato sostanziato da azioni concrete e fatti. “Ultimo ma non ultimo – ricorda Chiesa – voglio citare il progetto “Adotta la Terra”: significativo per la sensibilità mostrata nel riconoscere gli agricoltori quali sentinelle del territorio e peculiare nel riportare l’attenzione su una vera e propria emergenza: il dissesto idrogeologico delle nostre zone collinari e montane.  Il suo pragmatismo e la capacità di entrare nel dettaglio dei problemi sono caratteristiche che gli permetteranno di fare molto e bene anche con il nuovo incarico. Sebbene non così immediate, sono certo – conclude Chiesa – che avremo ancora ricadute positive del suo operato anche in questo nuovo ruolo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.