Quantcast

Giovani piacentini a Firenze nella giornata per le vittime di mafia

Nel capoluogo fiorentino sono arrivati circa 600 familiari delle vittime delle mafie in rappresentanza di un coordinamento di oltre 5000 familiari

Più informazioni su

E’ arrivato anche un pullman di giovani di Libera Piacenza sabato mattina a Firenze per  la diciottesima edizione della “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie” promossa da Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie e Avviso Pubblico, Enti Locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie in collaborazione con la Rai Segretariato Sociale e Rapporti con il Pubblico, con il patrocinio del Comune di Firenze, la Provincia di Firenze, la Regione Toscana, Comune di Scandicci e sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

La Giornata della Memoria e dell’Impegno ricorda tutte le vittime delle mafie e rinnova in nome di quelle vittime il suo impegno di contrasto alla criminalita’ organizzata. Libera per la XVIII edizione ha scelto la Toscana, ha scelto Firenze .”Semi di Giustizia, fiori di Corresponsabilita”’ e’ lo slogan che accompagnera’ la giornata, durante la quale si incontreranno nel capoluogo fiorentino circa 600 familiari delle vittime delle mafie in rappresentanza di un coordinamento di oltre 5000 familiari.

“Perche’ Firenze? Le ragioni sono tante. E’ innanzitutto la citta’ sfregiata dalla strage di via Georgofili, nella notte del 26 e 27 maggio 1993. Vittime del terrorismo mafioso, morirono cinque persone: la famiglia Nencioni al completo, papa’ Fabrizio e mamma Angela, le figlie Nadia di 9 anni e Caterina di soli 50 giorni. Mori’ Dario Capolicchio, studente siciliano di architettura trasferitosi in Toscana, amante della montagna e impegnato nella difesa dell’ambiente. Li ricorderemo -si legge in una nota- insieme a tutte le altre vittime innocenti delle mafie, stretti attorno ai loro parenti e famigliari”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.