Quantcast

Il sindaco Paolo Dosi visita il Germoglio Due e la scuola don Minzoni LE FOTO  foto

Nella Cooperativa sociale è stato presentato al primo cittadino il progetto di ristrutturazione e ampliamento della struttura. Nella scuola piacentina Dosi e l’assessore alle Politiche Scolastiche Paola Beltrani hanno mangiato, insieme agli studenti, la pasta Libera Terra, prodotta nei territori liberati dalla criminalità organizzata

Accogliendo l’invito della Cooperativa sociale Germoglio Due, il sindaco Paolo Dosi ha visitato stamane la sede di via Bubba 25. Ad accogliere il primo cittadino, oltre al presidente Marco Tanzi erano presenti alcuni componenti del consiglio d’amministrazione, la coordinatrice psicopedagogica del centro socio-riabilitativo Enrica Ghisoni, la coordinatrice amministrativa della cooperativa Silvia Melon, gli operatori nonché alcuni genitori e familiari degli ospiti del Centro. La prima parte dell’incontro era dedicata all’illustrazione generale delle attività e dei servizi, quindi è stato presentato il progetto di ristrutturazione e ampliamento della struttura, sostenuto dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano. 

Il sindaco Paolo Dosi e l’assessore alle Politiche Scolastiche Paola Beltrani hanno poi pranzato con i bambini della materna e primaria don Minzoni, per l’appuntamento mensile con il menù che vede portare in tavola la pasta Libera Terra, prodotta nei territori liberati dalla criminalità organizzata. Accolti dalla dirigente scolastica Sabrina Mantini, gli amministratori comunali hanno incontrato dapprima i piccoli frequentanti la sezione d’infanzia, riuniti per il pasto nel loro refettorio, quindi si sono trattenuti  a pranzo con gli alunni della primaria. Nell’occasione, per sottolineare il valore dell’iniziativa di sensibilizzazione portata avanti ormai da diversi anni dall’Amministrazione comunale, era presente Antonella Liotti, referente del coordinamento piacentino dell’associazione Libera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.