Quantcast

La bottega di Campagna amica a Golosaria Monferrato

I prodotti di Campagna Amica saranno presenti domenica 3 marzo a “Golosaria Monferrato” nel castello di Camino

Più informazioni su

Domenica 3 marzo al Castello di Camino nel Monferrato si terrà la manifestazione promossa dal giornalista e critico enogastronomico Paolo Massobrio: “Golosaria Monferrato 2013” dove Piacenza sarà presente con le sue specialità e sarà proposto un menù “nostrano” ai partecipanti all’evento: un primo piatto unico composto dai Piasarei e fasò della francigena (l’antica ricetta pre-colombiana) e dai Pisarei e fasò della “moderna” tradizione piacentina; mentre come secondo piatto ci saranno i salumi tipici del piacentino con una crema di formaggio al Vin Santo di Vigoleno accompagnati dalla treccia di pane piacentino.
La torre medioevale del Castello dei Marchesi Scarampi di Camino, è un simbolo del Monferrato. A Camino tra i vecchi muri del castello sussurra la storia di queste terre e delle pievi adagiate nella quiete della campagna.
L’evento di inizio primavera di Golosaria nel Monferrato ci porta a riscoprire il lavoro contadino nell’armonia dei campi e delle vigne coltivate con rispetto e amore. Le eccellenze del territorio piacentino saranno presenti grazie all’impegno della delegazione piacentina del Club di Papillon che farà conoscere le nostre tradizioni attraverso i sapienti gesti degli amici della cooperativa sociale il Cardo.
In questo contesto non poteva mancare la Bottega di Campagna Amica di Piacenza che allestirà uno spazio con i prodotti locali e caratteristici del territorio.
“E’ per noi molto importante, commenta il presidente di Coldiretti Piacenza Luigi Bisi, avere la possibilità di esportare le nostre eccellenze enogastronomiche e il nostro progetto di filiera agricola italiana. Proporremo ai numerosi visitatori dell’evento abbinamenti guidati di prodotti e soprattutto un cesto simbolico che racchiude il meglio del territorio piacentino”.
“Attraverso la Bottega di Campagna Amica, ribadisce il suo direttore Camillo Tiramani, faremo conoscere l’agricoltura delle nostre valli, i vini, i salumi, l’ortofrutta, il miele e i nostri formaggi; tutto quello che i consumatori piacentino trovano ogni giorno nella Bottega e che gli studenti piacentini consumano nelle mense scolastiche”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.