Quantcast

L’assessore Freda “Sinergie tra pubblico e privato per tutelare l’ambiente”

Ambiente e industria attorno allo stesso tavolo, oggi al padiglione Esprit Nouveau di Piazza della Costituzione 11, per discutere e confrontarsi sulle azioni da promuovere in tema di mobilità elettrica e sostenibile. 

Più informazioni su

Ambiente e industria attorno allo stesso tavolo, oggi al padiglione Esprit Nouveau di Piazza della Costituzione 11, per discutere e confrontarsi sulle azioni da promuovere in tema di mobilità elettrica e sostenibile. Un focus tematico per costruire insieme il primo Piano Regionale sulla qualità dell’aria a cui partecipano l’assessore regionale all’Ambiente e alla Riqualificazione urbana Sabrina Freda, il responsabile area relazioni istituzionali di Confindustria Emilia-Romagna Gianluca Rusconi, diverse aziende del territorio regionale e nazionale attive sulla mobilità elettrica e sostenibile e gli Enti sottoscrittori dell’Accordo di Programma sulla qualità dell’aria.
 
«Il nostro obiettivo — dichiara Freda — è quello di ricercare nuove sinergie fra Ambiente e settore industriale, superando una contrapposizione che può e deve sciogliersi  in un nuovo modello di sviluppo, da costruire anche con il Piano per la qualità dell’aria, che sappia mettere al centro la Sostenibilità. Vogliamo attivarci per trovare i canali di sostegno alle iniziative e alle potenzialità che già esistono in Emilia Romagna, cercando di unire le aziende che applicano modelli virtuosi (per esempio, flotte di mezzi elettrici) con quelle del nostro territorio che adottano politiche sostenibili di produzione, in un’ottica di collaborazione che coinvolga pubblico e privato, produttori e consumatori. La cooperazione tra soggetti pubblici e privati affinché le esperienze di partnership finora maturate diventino un sistema sarà uno dei punti cardine del Primo piano regionale integrato per la qualità dell’aria (PAIR 2020), i cui indirizzi, approvati a dicembre attraverso un approccio integrato e trasversale fra i vari settori, hanno come obiettivo la risoluzione entro il 2020 dei problemi legati alla qualità dell’aria presenti in questo momento in Emilia Romagna». 
 
Per questo motivo la Regione invita all’incontro alcune aziende che hanno alle spalle esperienze attive sulla mobilità elettrica. Un esempio su tutti è la partnership fra Ducati Energia e Poste Italiane col progetto ecologico “Green Post”, con cui Poste Italiane ha sostituito la propria flotta aziendale con innovativi quadricicli leggeri prodotti da Ducati Energia, disponibili in versione elettrica e ibrida.  
 
L’idea è dunque quella di costruire il Piano regionale attraverso la collaborazione dei portatori di interesse e di tutti i soggetti che possano portare al tavolo un contributo concreto. Con questa finalità sarà attivato un sito web, mentre è già attivo un indirizzo di posta elettronica (pianoaria@regione.emilia-romagna.it) a cui chiunque può inviare idee e suggerimenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.